gli speciali

il lesso e per tutta la settimana mangio da re!

17 Novembre 2013

Ma che buono che è il lesso!
Lo cuciniamo di domenica perchè deve cuocere per tanto tempo e poi mangiamo “di rendita” piatti da goumand per il resto della settimana.
In questo speciale i piatti seguono un ordine che non è obbligatorio mantenere, si possono tranquillamente sostituire tra loro.
Pronti a leccarvi i baffi per tutta la settimana?
1° giorno
Cucinare un lesso con almeno tre tipi di carne: manzo, vitello e 1/2 gallina; in più carota, sedano e cipolla di cui una con la buccia dorata ben lavata in modo da avere poi un brodo di un bel colore dorato (usate solo la cipolla dorata). Se decidete di servire anche il cotechino dovrete cucinarlo a parte in un’altra pentola. Accompagnate tutto con dell’ottima salsa verde caslinga.
Le ricette:
il lesso
il cotechino
la salsa verde
Per avere un buon lesso si deve portare a bollore l’acqua e poi aggiungere la carne e le verdure. Per avere un buon brodo si deve mettere tutto a freddo e poi portare a bollore.

2° giorno
Il secondo giorno utilizzate il brodo e la carne avanzata.
Con la carne o il cotechino preparate un antipasto lombardo. Il brodo lo sgrassate per bene da freddo e poi lo riscaldate e lo utilizzate come base per servire delle ottime crespelle delicate o la zuppa imperiale.
Le ricette:
antipasto lombardo
scrippelle in brodo
zuppa imperiale

3° giorno
Ecco è giunto il momento del risotto. Perchè un risotto è tale solo quando è preparato con il brodo del lesso… altrimenti l’onda ve la scordate. Giallo o bianco la scelta è personale. E poi funghi, trevisana, salsiccia, carciofi… aggiungete quell’ingrediente che vi piace di più.
La ricetta:
risotto alla milanese, ricetta dello chef Mario Caramella

4° giorno
I mondeghili, le polpette di carne cotta più buone del mondo! Se non le avete mai fatte è questa la vostra occasione perchè si fanno solo con la carne del lesso.
La ricetta:
i mondeghili

5° giorno
Sta per finire la settimana e se siamo stati bravi a questo giorno proprio non arriveremo, in caso contrario c’è il mitico risotto al salto. Difficile farlo con pochi grassi perchè attacca subito sul fondo ma se viene bene è squisitissimo! Croccante fuori e morbido al centro. Oppure il riso al forno con prosciutto e formaggio, comodo e da preparare in anticipo.
La ricetta:
risotto al salto
riso al forno

Commenti

You Might Also Like