Browsing Category

Magazine

– GLI ARTICOLI: segnalati dalla data della loro messa online.

– I CONSIGLIATI: locali, ristoranti in collaborazione con 3ricettesulcomò .
– ZONA WEB: pagine che attirano la nostra curiosità

Magazine

Come in un giornale del cibo, lo affrontiamo e ne parliamo a seconda delle circostanze.

La nostra giornata, il nostro umore, i social, le trasmissioni TV incidono tantissimo sul nostro rapporto col cibo e su come affrontiamo questo argomento quando ne parliamo. Perché che ci piaccia o no il cibo è espressione dei nostri tempi e in fondo come lo utilizziamo, lo viviamo e lo cuciniamo è una scelta personale ma anche sociale.

In fondo di cosa parlo quando parlo di cibo.

Compero un formaggio e mi scatta il mood intellettuale e via di informazioni sul coltivatore, il pascolo, la filiera e giù fino all’argomento delle lobbi, delle caste, del prezzo del grano, delle multinazionali che sfruttano e omologano tutto in nome del guadagno nascondendosi dietro alla globalizzazione che ormai non funziona più ma di cui facciamo parte. 

Ordino un piatto vegetariano e divento improvvisamente ecologista ora il mio rapporto col cibo è finalmente una scelta consapevole. Sì! voglio salvare il nostro pianeta smetto di mangiare carne così non inquino più l’aria però litigo per la scelta di un piatto a base di carne perfettamente sostituibile con una buona tazza di fagioli oppure no.

Continue Reading
Magazine

Valeria Carimati, la mia cucina di casa

Giornalista pubblicista iscritta all’Albo dei Giornalisti della Lombardia dal 14 febbraio del 2000. Non potevo che essere iscritta proprio nel giorno di San Valentino, giorno dove gli innamorati cucinano piatti dal sapore afrodisiaco o dall’aspetto d’amore. La mia ricetta preferita è decisamente la TORTA A CUORE. L’ho creata e scritta per una romantica cena di San Valentino per 4 persone: io mio marito e le mie figlie… 😉

EDITORIA E GIORNALISMO

Le ricette di Natale per tutta la famiglia di Valeria Carimati, edizioni Lampi di Stampa 2008


Rivista IODonna versione cartacea (inserto femminile del Corriere della Sera) per 3 numeri come foodwriter nella rubrica IN CUCINA.


Collaborazione libro IL PRANZO E’ SERVITO edizioni Dalai pag. 35 a cura di Maria Grazia Borrello, foodwriter.


Web

2007 nascita del sito web 3ricettesulcomo.it


FREELANCE Interviste a chef per riviste online


CATERPILLARE RAIRADIO2 ospite
consulenza
Invito per l’inaugurazione del Brian&Barry Milano, ilsole24ore in copertina sul web
BOOKCITY MILANO laboratorio biscotti
Magazine

Pasta Day 2020 | festeggiamo la pasta

DOMENICA 25 OTTOBRE sarà World Pasta Day e mai come quest’anno tanti italiani saranno a casa a preparare un buon piatto di pasta. Il Coronavirus con tutte le sue conseguenze ha spinto le persone ad un ritorno alla cucina di casa, ai propri fornelli. Per motivi pratici di distanziamento sociale ma anche verso una ricerca di affetto e calore che il mondo esterno in questo momento fatica a proporci.

pastalovers | foodlovers | foodinstagrammer | foodwriter | appassionati di cucina

siamo tutti invitati a cucinare e condividere con questi 2 hashtag il nostro piatto di pasta preferito

#VivoMediterraneo e #WorldPastaDay

Quest’anno cade anche il decennale della Dieta Mediterranea Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Cogliendo questa doppia occasione Pasta Day + Dieta Mediterranea è nato un movimento che si chiama “VIVOMEDITERRANEO. Un movimento ispirato al vivere bene. Perché La Dieta Mediterranea è la migliore al mondo.

Continue Reading
Magazine

15 consigli pratici per ridurre lo spreco di cibo

Sta a noi cambiare le nostre abitudini e adottare uno stile di vita che non lasci spazio allo spreco di cibo.

Ogni anno, tonnellate di cibo commestibile vengono perse o sprecate in tutto il mondo. Tra la raccolta e la vendita al dettaglio, quasi il 14% di tutto il cibo prodotto nel mondo viene sprecato. Quantità significative di cibo vengono sprecate anche al dettaglio o dai consumatori. 

Continue Reading
Magazine

Cocktail alle fragole, il Covid drink anti stress

il mio cocktail alle fragole anti stress e scaccia Covid pensieri, la mia piccola gioia settimanale

Questo ottimo aperitivo chiamato Strawberry veneziano o Spritz alle fragole l’ho scoperto così per caso un giorno mentre navigavo assorta nei post e nelle dirette facebook quotidiane sui vari profili autorevoli e non dedicati all’emergenza della pandemia Covid-19 che ci ha travolti come un uragano specialmente qui a Milano. Seguendo una rivista di cucina e informazione l’ho scoperto… eccolo lì bello come il sole, invitante e fresco: il cocktail della mia quarantena… il mio cocktail alle fragole anti stress e scaccia Covid pensieri.

Continue Reading
Magazine Natale

Christmas Contemporary Vintage Menu

 

DSC_0013APERITIVO

Arrivano gli invitati e nel perfetto stile vintage e perchè no! anche un po’ come James Bond,  un martini cocktail per i grandi, spremute per i piccoli, acqua tonica per chi non ama gli alcolici, Champagne per gli amanti delle bollicine.

Olive, patatine, piccoli spiedini di cipolline bianche con dadini di formaggio emmentaler. Crostini con salmone e capperi.

ANTIPASTO

voulevant

Voulevant ripieni ai funghi e alle verdure. Da accompagnare con un’insalata di stagione. (vole-au-vent traduzione dal francese «vola al vento», per indicare la leggerezza della pasta).

tortellini-forno-funghi1

PRIMO

Non c’è rivista di cucina che si rispetti che non abbia proposto negli anni 50 / 60 almeno un Natale con i tortellini al forno con i funghi come primo piatto. Scelta sempre attuale che vi risolverà il problema di fare felici grandi e piccini. E se qualcuno si lamenta della tradizione tenete via un paio d’etti di tortellini, fate un po’ di brodo e riportate il buonumore a tavola.

SECONDO

article-0-0CCD4ACC00000578-3_634x461L’ho mangiato a casa di un’amica qualche settimana fa e mi è rimasto fisso in mente e nel gusto. E’ una ricetta di Nigella: HAM in Coca Cola, prosciutto alla coca cola. Sicuramente negli anni 50 / 60 la Coca Cola era ancora ben vista (oggi si deve fare attenzione alle bibite gasate per il loro eccessivo apporto di zuccheri e caffeina) e la ricetta è perfetta per questo menu vintage. Nella foto una famosa pubblicità della Coca Cola del 1964.

MACEDONIA

macedonia aranceLa macedonia delle Feste!

E’ importante finire il pranzo o la cena con una macedonia di stagione rinfrescante ma non banale.

 

DOLCE

tronchetto-di-natale Il tronchetto di Natale è un classico da sempre.  Possiamo considerarlo un dolce vintage? Direi di sì. In questa ricetta la farcia ha deliziosi pezzetti di marrons glacés.

Auguri #foodlovers! Valeria XX

Magazine Natale

Il calendario delle ricette di Natale

Tante idee a portata di mouse per tutto il periodo delle Festività Natalizie 🎄

Le ricette di Natale. Ogni giorno una casellina con una ricetta fino a comporre il Calendario di Natale 2017. Non c’è un ordine ma solo tanta voglia di cose buone e un po’ di idee per qualche regalo dalla cucina. 

        Scopri le ricette cliccando sulle foto

 

01-biscotti 02-vaso 03-foiegras 04-pollo-melagrana
 05-tramizzini-bambini  06-meduse-al-forno  06-mandarini  08-croque-monsieur
 09-brodo  10-tronchetto-di-natale  11-biscotti-tutorial  12-zabaione
 13-pandorino  14-tortellini-gratinati  15-macedonia-arancia-datteri-melagrana  
16-cotechino
 17-antipasto-lombardo  18-girella-cannella  19-tartare-salmone-affumicato  20-insalata-di-rinforzo
 21-crema-al-mascarpone  22-voulevant  23-torta-di-riso  24-bambino-pancakes

natale-biscotti



Se ti piace questo calendario Iscriviti alla newsletter gratuita!


Magazine

Seta | metti una sera a cena al Mandarin Oriental

Seta è il ristorante due stelle Michelin diretto dallo chef Antonio Guida del Mandarin Oriental di Milano, hotel di lusso a 5 stelle in Via Andegari, 9.

MI PIACE provare la cucina dei grandi chef, la loro curiosità e la costante ricerca verso prodotti diversi, il ripensarli e accostarli a sapori e condimenti sempre nuovi ti apre il palato, la mente, gli orizzonti sensoriali nel bene e nel male. Ti fa conoscere e diventare amici ingredienti e abbinamenti insoliti a cui non avresti mai pensato.

Continue Reading
Magazine

Fare del bene rende felici dal 1 al 31 Ottobre 2018

Dal 1 al 31 ottobre, in tutti i punti vendita Flying Tiger Copenhagen saranno disponibili le cartoline della felicità, per regalare la gioia del cibo a chi ne ha più bisogno e regalarsi la felicità di fare del bene.

Milano 25/09/2018 – Fare del bene rende felici! Ecco perché dal giorno 1 al 31 ottobre, in tutti i negozi Flying Tiger Copenaghen d’Italia, sarà possibile donare 1€ alla cassa per aiutare un bambino malnutrito e ricevere in omaggio la cartolina della felicità.

Le donazioni dei clienti saranno destinate ai progetti di cura e prevenzione della malnutrizione infantile, che l’organizzazione umanitaria internazionale Azione contro la Fame realizza in circa 50 Paesi del mondo.

Alle donazioni dei clienti si aggiungerà il generoso contributo di Flying Tiger Copenhagen, che il 16 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, donerà il 5% del fatturato di tutti punti vendita.

Quella tra Azione contro la Fame e Flying Tiger Copenaghen non è la prima collaborazione, l’iniziativa infatti è nata nel 2016, ma per la prima volta si estenderà a tutto il territorio nazionale.

“Flying Tiger Copenhagen rinsalda il suo rapporto con Azione contro la Fame perché #faredelbenerendefelici e noi siamo lieti di continuare a sostenere i programmi umanitari in favore dei bambini malnutriti nelle aree più povere del mondo, convinti che la diffusione dell’iniziativa in tutta Italia possa portare un sostanziale e fondamentale aiuto alle preziose attività di  Azione contro la Fame,” afferma l’azienda Flying Tiger Copenhagen.

“La lotta contro fame e malnutrizione è sempre più importante. Proprio gli ultimi dati sull’insicurezza alimentare, pubblicati il 13 settembre 2018, hanno confermato l’inversione di tendenza cominciata l’anno scorso: la curva della fame è tornata a crescere. La partnership con Flying Tiger Copenhagen ha sempre dato risultati importanti, che ci hanno consentito di portare il nostro aiuto a moltissimi bambini malnutriti. A maggio ragione quest’anno, con il coinvolgimento di tutti i 109 punti vendita, ci aspettiamo risultati significativi,” aggiunge Licia Casamassima, Responsabile High Value Partnership di Azione contro la Fame.

Azione contro la Fame è un’organizzazione umanitaria internazionale, da quasi 40 anni leader nella lotta contro le cause e le conseguenze della fame. In 50 Paesi del mondo salviamo la vita di bambini malnutriti, assicuriamo alle famiglie acqua potabile, cibo, cure mediche, formazione e consentiamo a intere comunità di vivere libere dalla fame.

Flying Tiger Copenhagen nasce nel 1995 in Danimarca. Nel tempo è diventata una catena di circa 800 punti vendita, il cui numero è in continuo aumento. 


Ti è piaciuta questa ricetta?

Non perderti le novità sulle tue ricette preferite!

Iscriviti alla newsletter!


Fame1

Magazine

Gli Orti de la Malpenga 29/30 Settembre 2018

Il 29 e il 30 settembre tornano gli “Orti de la Malpenga” | La Malpenga – Vigliano Biellese

Sabato 29 e domenica 30 settembre, nel parco storico della villa Ottocentesca “La Malpenga”, si terrà la IV Edizione de “GLI ORTI DELLA MALPENGA – mostra mercato per l’orto, il frutteto d’autunno e dintorni”, organizzata dall’Associazione l’OrtoAccorto in collaborazione con l’Accademia Piemontese del Giardino, il FAI – Fondo Ambiente Italiano, Slow Food – condotta di Biella e l’Istituto Agrario “Vaglio Rubens” di Biella – IIS Gae Aulenti.

La manifestazione prevede:
– MOSTRA MERCATO
Una cinquantina di produttori, ambasciatori delle eccellenze ortofrutticole locali e nazionali e della biodiversità
– LABORATORI E DIDATTICA
Nel grande orto dimostrativo, lezioni pratiche con i professori e gli allievi dell’Istituto Agrario Gae Aulenti di Biella.
– CONVERSAZIONI NEL VERDE
Conferenze, presentazioni di libri, laboratori e degustazioni.
– ORTO A TAVOLA
Degustazioni tematiche, assaggi dall’orto e showcooking dell’esperta delle culture gastronomiche locali Mina Novello e di Sergio Vineis, unico Chef stellato del biellese

Novità 2018, la rassegna dedicata alle Regioni d’Italia, per la valorizzazione della varietà e ricchezza del patrimonio ortofrutticolo italiano. Protagonista dell’edizione di quest’anno la Regione Sardegna, con essenze particolari e poco conosciute che potranno essere scoperte con selezionati produttori ortofrutticoli giunti appositamente dall’Isola. Iniziativa in collaborazione con il circolo “Su Nuraghe” di Biella.

Ingresso 7,00 Euro – aderenti FAI e Slow Food 5,00 Euro.
Bambini sotto i 14 anni: gratuito.

Info e contatti: 348 2642603 – info@orti.lamalpenga.it – http://orti.lamalpenga.it/

La manifestazione “Gli Orti de La Malpenga” nasce dal desiderio di far rivivere, insieme ai migliori professionisti del settore e sotto la regia dell’Accademia Piemontese Del Giardino – presieduta dall’Architetto Paolo Pejrone – la tradizione che Vittorio Buratti,  aveva instaurato a Villa La Malpenga circa ottant’anni fa: la coltivazione dei prodotti dell’orto e del frutteto, delle insalate e delle mele in particolare.

La manifestazione si propone di favorire l’incontro tra vivaistigiardinieriorticoltoricollezionisti specializzati e semplici amatori, nella cornice di un grande parco e di una villa ottocentesca, in una stagione particolarmente interessante ed importante della vita dell’orto e del frutteto.


ISCRIVITI!

LA NOSTRA NEWSLETTER GRATUITA
SAZIA MA NON INGRASSA

Magazine

Da Vittorio gli Artisti dello Street Food – 5ª Edizione | il giorno dopo

Da Vittorio gli Artisti dello Street Food – 5ª Edizione 25 luglio 2018, il mio racconto della serata nel bene e nel male.

biglietti-ingressoL’EVENTO I migliori Cuochi di strada d’Italia per la quinta edizione de “Gli Artisti dello Street Food”, la serata gourmet più travolgente dell’anno. Un viaggio enogastronomico imperdibile ed unico nel suo genere. Presenta così il ristorante tristellato Guida Michelin 2018  Da Vittorio in Via Cantalupa 17 in provincia di Bergamo, la serata dedicata allo street food di qualità del 25 luglio 2018 sulla pagina Facebook e sul suo sito davittorio.com. Costo della serata 130,00 euro acquistabile solo in prevendita e a numero chiuso. Un mese prima l’evento è Sold Out.

LA SERATA Arrivo per le 20.00 al ristorante situato in un piccolo paese di provincia (Brusaporto) in fondo a una stradina. L’ingresso è molto bello, si vede un grande parco e in alto una costruzione come una villa, il tutto di ottimo gusto. Si sa che i fratelli Cerea proprietari di quest’oasi di lusso e alta gastronomia sono i numeri uno al nord Italia come chef e ristorazione. Anche il loro catering è tra i più richiesti quando si vuole fare bella figura e si cercano prodotti di qualità. Immaginate l’aspettativa per una serata del genere per me che non ero mai stata lì ma ne ho sempre sentito parlare.

IMG_8581L’AMBIENTE La prima cosa che noto è la “riccanza” degli ospiti. Certo il biglietto d’ingresso ha un certo peso se pensate a 135,00 euro per una serata Street Food. Se non fosse stato per il nome Cerea con le loro 3 stelle della Guida Michelin io stessa non mi sarei mai azzardata.

Entrando l’ambientazione è quella di una fiera di paese stile romagnolo con musica e un paio di chioschi di pesca col pesce e tiro alla palla. Come ben venuto lo stand dello Champagne subito lì a coccolarti con un buon bicchiere. Il paese dei balocchi.

Sullo sfondo in cima a una collinetta un mega palco con una presentatrice esperta e musica dal vivo di buon livello per tutta la serata. E tanta gente, proprio tanta gente. Impossibile annoiarsi con i chioschetti dello street food posizionati tutt’attorno al parco, alla piscina, al ristorante, lungo le stradine. Pensati in modo da distribuire le persone e le code tra dolce e salato così da non creare mai corner affollati e rischio di ingorghi. La marca di Champagne migliore all’ingresso così da berne un bicchiere a testa e non di più prima di essere inghiottiti dalla serata. E’ evidente fin da subito la grande capacità dei Cerea nell’organizzare eventi di questo tipo.

street-food-IL FOOD Un’ampia offerta di food. Ogni chiosco o ape car o mezzo di trasporto dedicato al food dislocato per tutta la proprietà Cantalupa, dieci ettari di tenuta compreso il ristorante Da Vittorio. Dalla pizza fritta al bombolone alla crema, trippa, tartare di pesce spada, assaggi curiosi, panini con le polpette. Un’abbondanza di proposte tra dolce e salato mixate a dovere. Vino, birra, champagne e spumante a volontà.

LA MIA OPINIONE L’organizzazione ottima, la location è veramente bella degna della fama. Ho fatto un giretto anche nelle toilettes e erano belle anche quelle. Il bagno è fondamentale per capire se certi ristoranti sono veramente di qualità. Se non sono belli e in ordine non lo sarà neanche la cucina.

Il food era street food con tutti i pregi e difetti della categoria. Le quantità imbarazzanti, minime anzi da finger food. Vabbè si potrebbe obiettare che gli  Artisti dello Street Food erano tanti, una cinquantina di postazioni in tutto, e che se una persona avesse voluto assaggiare tutto magari grazie alle porzioni minimal sarebbe riuscita.

bombolone-alla-cremaMa con un biglietto d’ingresso dal costo di 135,00 euro a persona per del cibo da strada per quanto di qualità possa essere, le porzioni non dovrebbero rappresentare un problema. Ho avuto la sensazione che Da Vittorio è abituato agli eventi aziendali dove ci si ciba quasi esclusivamente di porzioni finger food. Ma una cosa è preparare un evento per un’azienda unica pagante e i suoi invitati… un’altra è organizzarlo con singoli partecipanti paganti.

HASHTAG lascio un link della serata in modo che ognuno possa trarre le proprie considerazioni in merito anche solo guardando un po’ di foto. Pagina Instagram del ristorante Da Vittorio.

Valeria Carimati


Iscriviti alla mia newsletter!

“Se amate mangiare bene con appetito, stile e semplicità, questo è il sito che fa per voi, un valido amico in cucina per chi cerca suggerimenti o vuole conoscere nuove ricette”.

Valeria-Carimati

Magazine

Estate 2018 | buone vacanze con qualche suggerimento

E’ arrivata l’estate 2018 anche per 3RicettesulComò.

Personalmente spero di assaggiare tante prelibatezze cucinate nei vari posti che incontrerò. Ci sono tanti ristoranti ottimi dalle cui cucine escono piatti deliziosi, preparati con capacità e esperienza. E’ proprio questo tipo di ristorante che mi auguro di trovare quest’estate 2018 e che auguro tanto anche a voi.

Del ristorante odio la banalità e “l’assemblaggio”. Nato con la grande industria alimentare, l’assemblaggio (come lo chiamo io) mette a disposizione delle cucine prodotti già pronti pensati per soddisfare il cliente o forse il cuoco. E’ sufficiente una scottatina qui, una giratina là ed ecco apparire un piatto pronto per essere servito.

IO amo la cucina di casa che ti impone regole di freschezza, anti spreco e risparmio e che ti porta a cucinare sul serio. Chi segue 3RicettesulComò web e social sa che qui diamo tanti spunti e idee per la quotidianità. Esperti del settore che con la loro esperienza possono arricchire i lettori sono sempre i benvenuti

iodonnaVi saluto con questi appunti di cucina che ho ritrovato tra le pagine della rivista IODonna quando ho collaborato come food writer qualche anno fa.
Sono delle idee veloci per preparare varie insalate a base di pesce. Spero vi saranno utili.
Buona estate 2018 a tutti.
ValeXX


Insalata di seppie e fagiolini in salsa verde |
Marinare le seppie nel succo di lime e un po’ d’olio poi scottarle in padella. Lessare i fagiolini al vapore e preparare il condimento: una salsa verde fatta mixando pane, olio, prezzemolo, scorza di limone, capperi e acciughe.

Insalata di pesce spada |
Marinare il pesce spada a dadini con del succo di limone. Servirlo con spicchi di pomodorini sardi, capperi freschi, cipollotti freschi affettati e condire il tutto con olio extravergine d’oliva.

Capesante e fagioli con rosmarino fritto |
Capesante cotte in padella con un po’ d’olio, nella stessa friggere velocemente qualche ciuffetto di rosmarino infarinato. Unire i fagioli bianchi già pronti. Condimento semplice olio d’oliva, sale e pepe.

Insalata di molluschi alla bottarga |
Frutti di mare misti come vongole, cozze, lumachine, ecc. privati del guscio e saltati in padella con vino bianco, olio e aglio. Condimento olio extravergine d’oliva con grattata di bottarga fresca e grattata di scorza di limone.


Iscriviti alla mia newsletter!

“Se amate mangiare bene con appetito, stile e semplicità, questo è il sito che fa per voi, un valido amico in cucina per chi cerca suggerimenti o vuole conoscere nuove ricette”.

Valeria-Carimati

Magazine

Serena Bivona: chef e guida nella terapia alimentare naturale

d0000001094lcuciniamoldarticoloSerena Bivona è l’anima di Cucini-Amo; scuola di cucina naturale e vegan. Serena promuove uno stile alimentare basato soprattutto su ingredienti di origine vegetale, biologici, con un’attenzione alla stagionalità e alla biodiversità.

“Cucinare vuol dire voler bene a se stessi e agli altri.”
Uno stile alimentare basato su ingredienti di origine vegetale, biologici, un’attenzione alla stagionalità e alla biodiversità, privilegiare il legame con il territorio e l’equilibrio tra l’individuo e l’ambiente… è questo l’obiettivo della cucina di Serena Bivona.

“L’amore è come la buona cucina, le cose speciali nascono sempre da ingredienti semplici, ma sono rese magiche dalla fantasia”.
Serena Bivona, 34 anni, ti accoglie così nella home del suo sito cucini-amo.it e incontrata personalmente, racconta che fin da bambina sgattaiolava in mezzo ai fornelli per sperimentare le sue ricette con la stessa fantasia e passione con cui oggi ci aiuta a comprendere e ritrovare il piacere per una buona cucina.

Diplomata presso la scuola di cucina naturale La Sana Gola in un percorso nato da una forte motivazione personale, Serena si ispira ai sapori della tradizione rivitalizzati da una ricerca che mira al recupero ed al mantenimento del benessere attraverso un’alimentazione naturale ed equilibrata.

Promuovere uno stile alimentare basato soprattutto su ingredienti di origine vegetale, biologici, con un’attenzione alla stagionalità e alla biodiversità, privilegiando sempre nella scelta dei prodotti, il legame con il territorio e l’equilibrio tra l’individuo e l’ambiente è tra gli obiettivi della cucina di Serena. Una cucina sostenibile che lavora con alimenti semplici che lei (creativa di professione) ama cucinare con fantasia ed originalità rendendo i piatti gustosi e belli da vedere. Un approccio ispirato dai gusti “di una volta”, calato nella contemporaneità e proiettato verso una cucina del futuro, così possiamo trovare anche cibi che tradizionalmente non ci appartengono ma sempre con lo stesso proposito: mangiare qualcosa che oltre ad essere buono faccia bene.

Guardare al passato per migliorare il futuro, recuperare il retaggio della tradizione e l’equilibrio nell’abbinamento degli alimenti (ognuno di noi ne ha traccia dentro di se), puntare l’attenzione al rapporto tra cibo e salute. E’ questo che ci insegna Serena nelle sue lezioni, oltre a fare la spesa, ad organizzare la dispensa, a scegliere gli ingredienti, ad abbinare gli alimenti, a cucinare in maniera sana e naturale, a preparare dei menu per persone con intolleranze alimentari o con problematiche di salute senza rinunciare al gusto.

Cucinare vuol dire voler bene a se stessi e agli altri, ci dice questo il nome del suo progetto Cucini-Amo, attraverso il quale Serena propone con freschezza e semplicità le sue idee, le sue attività ed i suoi corsi, ricordandoci la celebre frase del filosofo Ludwig Feuerbach “Noi siamo quello che mangiamo”.

di Laura Cara (aprile 2012)

d0000001093linfocuciniamo_ricetta

 

Prova la ricetta di Serena: Risotto bicolore con topinambur, broccoletti e mantecatura alle mandorle


Iscriviti alla newsletter gratuita di 3ricettesulcomò. Ti arriverà comodamente nella tua casella di posta elettronica e… non ti perderai niente.
*Iscriversi non comporta indicazioni specifiche se non una mail. I dati personali verranno utilizzati solamente per le finalità legate al sito www2.3ricettesulcomo.it nel pieno rispetto delle disposizioni legislative in materia di privacy.

Magazine

Buon Anno!

2018 il tuo freddo non mi spaventa 😉 le zuppe di verdura ci salveranno dagli eccessi delle Feste appena passate in attesa del Carnevale!

vale-gennaio-2018Buon Anno a tutti!
Iniziamo il 2018 con un gennaio freddino qui a Milano. Cosa ne dite di questo piatto che rappresenta molto bene lo spirito di questo nuovo anno ma soprattutto di questo primo mese dell’anno: verdure miste colorate cotte al vapore, un buon brodo di carne o pollo e qualche gnocchetto di patate, una bella manciata di formaggio grattugiato. Io l’adoro, così colorato e perfetto per un mese dove dobbiamo tutti dimenticare gli eccessi delle Festività appena passate.

buon-2018
Variate le verdure senza essere banali: diversi tipi di #cavolfiore#zucca#carota… poi #gnocchidipatate#brododicarne. Accompagnate il piatto con fette di pane tostato con formaggio fuso.

Proviamo ad immaginare questo piatto ma in un’altra fondina, più alla moda, magari di porcellana nera, non so magari a forma di sasso con un centro più piccolo che raccoglie meglio gli ingredienti mantenendo il calore del brodo più a lungo. Quanto è importante il piatto su cui si servono le ricette al ristorante? Almeno per il 50 % .

ValeXX


Se ti piace quel che leggi

Iscriviti alla newsletter gratuita!

Non ti preoccupare, riceverai soltanto una mail al mese