Browsing Category

bambini

Ricette riservate ai bambini. Tanto divertimento e tanto gusto.

bambini Pasqua piatti estivi

Pasta fredda per bambini | colorata, sana e allegra

La pasta fredda per bambini è una ricetta che utilizza una pasta classica come le pennette ma in formato piccolo. Se riuscite a trovare queste mini pennette colorate come in questa ricetta i bambini apprezzeranno ancora di più. Gli ingredienti se osservate la foto, sono pensati per piacere ai bambini perché il piatto si presenta bello e colorato. Se vostro figlio ha una verdura in particolare che apprezza aggiungetela. E’ consigliabile utilizzare del prosciutto cotto affettato che taglierete a pezzettini al momento.

LA RICETTA della pasta fredda per bambini

250 g di pennettine piccole verdi
3 fette di prosciutto cotto a piacere di Praga
1 carota finemente affettata
3 cucchiai di pisellini surgelati
100 g di emmentaler
3 cucchiai di formaggio grattugiato
1 cucchiaio di succo di limone
q. b. di sale fino
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
75 dl di brodo vegetale

LA PASTA – Portare a ebollizione una pentola piena d’acqua con sale grosso a piacere. Quando bolle buttare la pasta piccola verde, cuocerla secondo il tempo indicato, scolarla e sciacquarla velocemente sotto acqua fredda.

LE VERDURE – Contemporaneamente portare a ebollizione una pentola di medie dimensioni contenente brodo vegetale. Quando bolle buttare i pisellini surgelati, quando riprende il bollore buttare la carota finemente affettata e cuocere per 6 minuti. Scolare le verdure e sciacquare velocemente sotto acqua fredda.

AFFETTARE – In una grande zuppiera mettere il formaggio emmentaler tagliato a striscioline piccole e il prosciutto di Praga tagliato nello stesso modo.

IL CONDIMENTO – Preparare l’emulsione per condire facendo sciogliere in una tazzina del sale fino a piacere con un cucchiaio di succo di limone, versare l’olio extravergine d’oliva e mescolare rapidamente con una forchetta.

IL PIATTO E’ PRONTO – Mettere nella zuppiera contenete prosciutto e formaggio affettati: la pasta, le verdure, condire con l’emulsione e per ultimo il formaggio grattugiato. Amalgamare molto bene e servire.


Iscriviti alla mia newsletter!

“Se amate mangiare bene con appetito, stile e semplicità, questo è il sito che fa per voi, un valido amico in cucina per chi cerca suggerimenti o vuole conoscere nuove ricette”.
Valeria Carimati, founder (giornalista e food writer)

bambini dolci Natale

Salame al cioccolato

Il salame al cioccolato un dolce tipico italiano e molto amato dai grandi e dai piccoli. Si potrebbe dire un dolce senza età.

Ricette dedicate in giro ce ne sono moltissime. Questa che vi propongo è la ricetta di nonna Angela, la nonna delle mie figlie e mamma di mio marito. Vi garantisco che è esattamente come lo faceva lei perché la ricetta l’ho trascritta personalmente un giorno di tanto tempo fa quando preparavamo insieme la merenda per le mie allora bambine. Che bel ricordo!

Continue Reading
bambini dolci

French Toast la ricetta se la impari non la scordi più

La ricetta del French Toast non si sa esattamente che origini abbia… inglesi, tedesche magari francesi prendendo il nome dalla loro versione molto simile a questa chiamata pain perdu.

La ricetta è molto semplice. Si inzuppano delle fette di pan carré in un mix composto da latte, uovo e cannella e si fanno rosolare nel burro. Servite calde o tiepide cosparse di zucchero a velo o succo d’acero sono sempre accompagnate da frutti di bosco o frutta fresca di stagione tagliata a fettine.

I French Toast si servono caldi o tiepidi cosparsi di zucchero a velo, yogurt e succo d’acero accompagnati da frutta fresca.

Continue Reading
bambini Natale

Il menu di Natale per i bambini

I bambini si alzano spesso per giocare, cerchiamo di metterli a loro agio. E niente coltelli ma piatti e ricette comode.

Il menu di Natale pensato per i bambini deve tenere presente che spesso i piccoli si alzano per giocare. Così riflettendo ho cercato di creare qualcosa che potesse facilmente metterli a loro agio. Piatti che non richiedessero mai l’uso di un coltello e che, come i raviolini, potessero essere comodi anche per le mamme. Raviolini in brodo per i grandi e in versione panna e prosciutto per i piccoli. 

Continue Reading
bambini

Un Angelo per la colazione dei nostri bambini | Buon Natale

Gustare le frittelle d’angelo con zucchero a velo e succo d’acero. Utilizzare i calendari di Natale come tovaglietta ed apparecchiare per la colazione.

2 tazze di farina
4 cucchiai di lievito
1/2 cucchiaino di sale
2 cucchiai di zucchero
2 uova intere
1 3/4 tazze di latte
2 cucchiai di burro
1 stampo a forma di angelo
zucchero a velo
succo d’acero

Mescolare in una terrina la farina, il lievito, il sale e lo zucchero.
In un’altra terrina sbattere le uova con il latte e il burro.
Aggiungere gli ingredienti liquidi a quelli solidi e amalgamarli bene.

Utilizzare una padella antiaderente.
Scaldare la padella, mettere lo stampo a forma d’angelo, e versarvi lentamente un pò di composto.
Quando si formano delle bolle sulla superficie girare lo stampo e staccare delicatamente la frittella. Completare la cottura cuocendola per qualche secondo anche dall’altro lato.
Continuare fino ad esaurimento della pastella.

 

bambini dolci Magazine

Lettere d’amore e bigliettini | quando l’amore osa

La storia ci regala lettere d’amore e cartoline che sembrano vere e proprie opere d’arte. Questo grande sentimento scorre come un fiume in piena anche in quei graziosi biglietti d’amore che, se abbiamo avuto la fortuna di riceverli, conserviamo gelosamente nei nostri cassetti o in bauli segreti. Quante pene e afflizioni siamo stati disposti a vivere pur di godere di questa immensa gioia. “Con le leggere ali d’amore ho superato questi muri, poiché non ci sono limiti di pietra che possano vietare il passo ad amore: e ciò che amore può fare, amore osa tentarlo” diceva Romeo alla sua bella Giulietta attraverso la fulgida penna di Shakespeare che sicuramente avrà scritto anche per sé meravigliose lettere d’amore.

E pensare che il più antico poema d’amore ancora esistente risale al 3.500 a.C. ed è stato scritto su una tavoletta di argilla dagli inventori della scrittura, i Sumeri. In Inghilterra da tempo c’è l’usanza di inviare, in forma anonima, alla persona amata biglietti romantici chiamati “Valentine”. Sembra che ciò segua una tradizione del XV secolo quando Carlo D’Orleans, prigioniero nella torre di Londra, indirizzava missive alla sua amata moglie chiamandola “ma tres doulce Valentinèè”. Ancora oggi queste struggenti lettere d’amore sono conservate nella British Library di Londra. Nel 1420 o 1421, pare che re Enrico V d’Inghilterra abbia assunto uno scrittore, John Lydgate, per comporre un “valentino” per la sua promessa sposa Caterina di Valois.

Se non guardiamo  troppo lontano il nostro sguardo cadrà inevitabilmente su Verona, la città di Romeo e Giulietta, che riceve ogni anno, per il giorno di San Valentino, all’incirca 1.000 lettere all’anno indirizzate a Giulietta.

La ricorrenza di San Valentino è diventata un’occasione speciale per scrivere lettere d’amore a chi si ama, ma anche alle persone care. Infatti negli Stati Uniti i festeggiamenti coinvolgono tutta la famiglia, perché San Valentino è la festa di “chi si vuole bene” e non solo dei fidanzati. Vengono scritte poesie anche dai bambini, dai nonni, dai genitori e dagli amici, oltre che dai fidanzati e da mariti e mogli. I bambini, ad esempio, si divertono a preparare graziosi bigliettini disegnati con i personaggi dei cartoni animati preferiti e dolcetti che scambiano con i genitori, i compagni di classe e le maestre. Immaginiamoli alle prese con i fantasiosi donuts o con i morbidissimi muffin al cioccolato o con delle deliziose mini crostatine al cacao con farina integrale.

L’amore è una festa per il cuore, ma anche per il palato! Se il nostro fidanzato ci regala un bel mazzo di rose, specie se lo fa anche quando non è San Valentino, perché non ringraziarlo con quattro strati di golosa bontà di una bella torta a cuore fatta con le nostre mani oppure con dei dolcissimi cuori di frolla rosa? Non è un caso che la rosa rossa sia il fiore più regalato per amore visto che è il simbolo degli innamorati e Venere, la dea romana dell’amore, adorava le rose rosse. Questo fiore in Spagna è il simbolo della passione per eccellenza ed è l’unico che viene regalato per celebrare la festa di San Valentino.

Perciò, noi, cari amanti dell’amore, cerchiamo di avere sempre a portata di mano una rosa rossa, un taccuino, una penna e una buona dose di ispirazione! Il filosofo Jean-Jacques Rousseau una volta affermò: “Per scrivere una buona lettera d’amore bisogna iniziare senza sapere che cosa si vuole dire e finire senza sapere cosa si è scritto.”

E se l’ispirazione non dovesse arrivare? C’è un grandissimo business che ruota intorno alle cartoline, biglietti e lettere d’amore e che va in soccorso di anime in pena d’amore. In Italia c’è la Perugina che promuove i suoi speciali Baci, oltre che, potremmo quasi dire, San Valentino, sin gli anni ’60 con campagne pubblicitarie dove gli innamorati si scambiano non semplici cioccolatini, ma cioccolatini che contengono frasi romantiche, ancora più dolci se lette mentre il cioccolato si scioglie in bocca. In America hanno cominciato molto prima. Basti pensare che la prima cartolina di San Valentino è stata ideata nel 1913 dalla Hallmark, ormai la più grande produttrice di biglietti e cartoline di auguri negli Stati Uniti.

Quando invece l’ispirazione è davvero notevole perché non farsi premiare con un riconoscimento davvero singolare? Esiste una cittadina in Colorado, Loveland, dove ogni anno giungono oltre 300.000 lettere d’amore per ricevere un timbro speciale di San Valentino. E nel frattempo noi, amanti appassionati dell’amore, finché siamo in tempo godiamo dei nostri amori perché, come scrisse una volta Charles Bukowski: “Scrivere poesie non è difficile. Difficile è viverle”.


Giusy Nicosiaa cura di Giusy Nicosia
giornalista pubblicista freelance che scrive principalmente di cultura, lifestyle, attualità ed enogastronomia. È anche un’addetta stampa, conduttrice tv, fotoreporter, storyteller, web editor e social media manager. Le sue specialità sono le interviste. Ama scrivere poesie, la buona cucina, girare il mondo e leggere storie e filastrocche ai bambini.


bambini carnevale dolci

La ricetta dei donuts | preparale a casa

Ma chi lo dice che i donuts devono essere sempre tutti uguali e col buco? Provate a variare la grandezza di queste deliziose, colorate, divertenti e festose ciambelle, ottime anche a  Carnevale o a una festa di bambini ma anche di adulti. Un po’ grandi e un po’ piccole per tutte le voglie e tutti i palati. E per chiudere in bellezza decorate i donuts con la morbida glassa colorata e poi decorateli con gli zuccherini più fantasiosi e festosi.

Continue Reading

bambini zona celiachia

biscottini di polenta | farina di mais per un rapido successo

Sono dei biscotti sfiziosissimi. Facili da fare e buoni da mangiare. Per un rapido successo è consigliabile la farina di polenta istantanea cioè quella che cuoce in 7/8 minuti ma se siete amanti della polenta nessuno vi vieterà di farla tradizionale nel paiolo.
ingredienti per 15 biscotti circa

250 g di polenta
1 litro d’acqua
130 g di zucchero
la scorza di 1/2 limone
1 cucchiaino di sale grosso

Portare l’acqua a bollore, versare la farina di polenta e cuocerla secondo il tempo indicato sulla confezione.
Durante la cottura unire lo zucchero e la scorza del limone grattugiata.
Quando la polenta dolce è pronta stenderla su un foglio di carta forno.

Con l’aiuto di una spatola, stendere la polenta fino all’altezza massima di un centimetro e poi farla raffreddare.

Nel frattempo accendere il forno a 200°C.

Scegliere degli stampini e formare dei biscotti appoggiandoli su una placca ricoperta da carta forno.

Infornare e cuocere per trenta minuti.


Se ti piace quel che leggi

Iscriviti alla newsletter gratuita!

Non ingrassa ma mette di buonumore e sazia. 


bambini Natale

Biscotti alla cannella | il profumo corre per tutta la casa

Cucinare i biscotti alla cannella non è solo un piacere ma un dovere che tutti dovremmo compiere perché il profumo che si sprigiona e gira dalla cucina in tutta la casa è come una terapia del benessere. Se poi abbiamo voglia li decoriamo con della Ghiaccia Reale detta anche Icing o glassa.

LA RICETTA dei biscotti
500 g di farina
140 g di zucchero a velo
3 tuorli
1 uovo intero
250 g di burro
1 cucchiaio di cannella in polvere
stampi natalizi

Preriscaldare il forno a 175°C:
Frullare tutti gli ingredienti dei biscotti in un robot da cucina. Assaggiare se la quantità di cannella è sufficiente, in caso contrario aggiungerne ancora un pò.

Prelevare l’impasto e metterlo su un foglio di carta forno, formare una palla e stenderlo con un matterello.
Tagliare tanti biscotti natalizi con l’aiuto degli stampini.
Mettere i biscotti su una placca da forno ricoperta da carta forno.

Infornare e cuocere per 15 minuti.

♥ Scopri il tutorial dedicato alla Ghiaccia Reale per decorare i tuoi biscotti nel modo più semplice e sano.

 

bambini carne

polpettone modern style

Prendete un coppapasta rotondo (indispensabile nella cucina moderna di casa nostra) e impiattate il classico polpettone della domenica, solitamente accompagnato da purè e fagiolini al burro, in una versione provocatoriamente MasterChef!

400 g di polpa di manzo tritata
2 uova intere
100 g di salsiccia
2 cucchiai di pane grattugiato
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
2 cucchiai di formaggio grattugiato
olio d’oliva q.b.
1/2 bicchiere di vino bianco secco
sale
pepe

Mettere la carne in una terrina, aggiungere le uova, la salsiccia senza pelle, il pane grattugiato, il prezzemolo, il formaggio grattugiato, salare e pepare.
Mescolare tutti gli ingredienti con le mani e formare un polpettone di forma cilindrica.
Avvolgere il polpettone ben stretto nella pellicola e lasciarlo riposare una mezz’ora in frigorifero.

Nel frattempo accendere il forno a 200°C.
Prendere una pirofila, ungerla d’olio e disporvi il polpettone privato della pellicola.
Girarlo nell’olio, aggiungere il vino bianco e infornare coperto con della carta argentata per 40 minuti.
Levare la carta argentata e cuocere ancora per 15 minuti.

Servire il polpettone con del buon purè fatto in casa e dei fagiolini cotti al vapore poi conditi con aceto balsamico.

v.c.

bambini Magazine

La giusta merenda

Spieghiamo ai bambini e ai ragazzi che nutrirsi correttamente significa volersi bene a cominciare dal rispetto per il proprio corpo.

I NOSTRI CONSIGLI
– preferite sempre i cibi fatti in casa ai prodotti confezionati; si calcolano meglio i condimenti e si scelgono le materie prime da utilizzare.
– variate spesso la merenda che non deve mai essere troppo abbondante nè sostituire i pasti principali.
– a metà mattina preparate un piccolo spuntino per avere energia sufficiente a rimanere attenti fino alla fine delle lezioni.
– a metà pomeriggio una merenda per studiare, giocare e fare sport senza arrivare troppo affamati all’ora di cena.

MERENDE IMMEDIATE
pane, burro e zucchero,
lo mangiavono i nostri nonni perfetto anche oggi.
mirtilli, yogurt e miele,
fresca e gustosa per un sano spuntino in compagnia.
uovo sbattuto al cacao,
le uova devono essere freschissime!

MERENDE DA PASSEGGIO
s’more,
piccoli e sfiziosi dolcini per un’insolita merenda.
croccante con burro di arachidi,
una ricetta semplice che stupirà i vostri bambini.
biscottini di frolla,
uno tira l’altro, fate scegliere ai bambini il loro stampo preferito.

MERENDE CON LA FRUTTA
fragole e banane con crumble integrale,
cereali e frutta la base per uno snack naturale.
crostatine al cioccolato con fragoline e crema,
la merenda preferita da mamma e papà.
pesche, yogurt e miele,
pesche o frutta di stagione.

MERENDE DA PREPARARE IN ANTICIPO
muffin allo yogurt,
dolci e morbidi da gustare.
plumcake alle ciliegie,
soffice e ricco di pezzettoni di ciliegie.
salame al cioccolato,
una fetta tira l’altra per supergolosi di cioccolato.

MERENDE SALATE
grissini al prosciutto,
per chi ama il salato, un classico aperitivo pomeridiano.
omini in sandwich,

MERENDE GLAMOUR
pizzettine,
la pizzaaaa.

MERENDE DA BERE
lassi alle fragole,
veloce e fresco per una merenda sprint.
frullato alla fragola e cioccolato,
vi sfido a trovare un abbinamento più invitante di questo!
smoothie (frullato) all’ ananas,
fa bene, stimola l’organismo e sazia la fame.

 

– Leggi e cucina qualche merenda del resto del mondo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

bambini Magazine

Ragazzi, a tavola!

“…Il pasto non è un semplice riempire lo stomaco ma è un gesto d’amore. Creare un’atmosfera piacevole in casa è indispensabile per una buona vita quotidiana, naturalmente il ruolo più importante spetta alle persone riunite intorno alla tavola, ma è il cibo che crea la cornice e aggrega”.

Jesper Juul, terapeuta familiare autore di diversi libri, scandinavo, è a capo di una scuola europea per genitori chiamata “family-lab”.
In questo libro affronta il cibo e tutto ciò che ruota attorno ad esso. L’importanza di sedersi a tavola tutti insieme e, attraverso il pasto, affrontare la vita quotidiana.
Niente regole da seguire ma tanti consigli su come affrontare la cena con i propri figli spiegando le differenze tra un alimento sano, buono e genuino e uno industriale: “…Fate capire e gustare ai bambini la differenza tra una carota fresca e succosa e una raggrinzita e legnosa, o fra una molliccia e troppo cotta e una che dopo la cottura conserva la sua consistenza e il suo sapore”.
I bambini vanno considerati da subito come degli adulti e non come dei piccoli con gusti da piccoli:“…Quando i bambini crescono e possono mangiare qualcosa di diverso dalla pappa, è bene che il cibo che hanno nel piatto sia uguale a quello degli adulti”.
E poi tanti piccoli capitoli con argomenti come: aiuto, mio figlio non mangia, mio figlio vuole mangiare tutti i giorni la stessa cosa, la famiglia al ristorante, adolescenti a tavola.
Jesper Juul dice: “Non credo nell’educazione dei genitori! Non penso si possa avere un attestato di mamma o papà. Questo tipo di educazione può nascere ogni giorno nell’interazione tra bambini e genitori, e rappresenta un lungo processo”.

Ragazzi, a tavola!
acquistabile online su: lafeltrinelli.it
prezzo di copertina 7,00 euro

bambini

a merenda in giro per il mondo

 Un giro veloce in 4 continenti per scoprire come fanno merenda tutti i bambini del mondo.

La merenda è importante perchè aiuta a ritrovare le energie per studiare, giocare e fare sport senza arrivare troppo affamati all’ora di cena ma non deve mai essere troppo abbondante nè sostituire i pasti principali.

ITALIA (Europa)
Pane, burro e zucchero o miele
La merenda dei nostri nonni è sempre la più sana e la più energetica. Tagliare una fetta di pane, spalmarla con del burro fresco di ottima qualità e cospargerla di zucchero semolato o miele.

STATI UNITI D’AMERICA  (America del nord)
Tramezzino con marmellata e burro di noccioline
Tipico sandwich dolce amato da tutti i bambini americani. Si spalma, su due fette di pane morbido, da una parte della marmellata di mirtilli o fragole e dall’altra il burro di arachidi, si chiude e si mangia.

CILE (America latina)
Tè, pane con marmellata, burro, formaggio, prosciutto oppure avocado fresco oppure il manjar
Avocado da spalmare: schiacciare un avocado con la forchetta, aggiungere poco olio d’oliva e sale poi spalmarlo su una fetta di pane.Il manjar: si prendere un barattolo di latte condensato chiuso, si mette in una pentola a pressione piena d’acqua e quando inizia il fischio si conta 30 minuti. ASPETTARE che si raffreddi bene (SIA L’ACQUA SIA IL BARATTOLO) prima di aprire. Quando è tutto freddo aprire il barattolo di latte condensato e all’interno si sarà formato il manjar da spalmare. ATTENZIONE questa ricetta è pericolosa, potrebbe esplodere se dovesse finire l’acqua nella pentola a pressione.

INDIA (Asia)
Sweet lassi
Bevanda fresca e dissetante a base di yogurt, acqua e frutta.Frullare il latte con la frutta (fragole, mirtilli, etc.) e acqua. A piacere si può zuccherare.

GIAPPONE (Asia)
Maki-sushi tramezzino
In Giappone tutto deve essere a prova di bacchetta, anche i tramezzini, ecco come fare.Stendere su un tagliere 1 fetta di pane da tramezzino morbido senza crosta. Tagliare del cetriolo e del formaggio tipo emmental per il lungo, a strisce. Assottigliare il pane con un matterello, mettere nel centro 1 striscia di formaggio e 2 di cetriolo. Avvolgerli col pane stringendo bene tutti gli ingredienti. Ottenuto un grosso cilindro tagliare le estremità e dividerlo nella grandezza del vostro maki-sushi preferito.

ERITREA (Africa)
Tè, piadina fatta con farina di ceci o orzo (anche per colazione)
Impastare della farina di ceci con acqua quanto basta e sale a piacere. Ottenere una pasta tipo pizza e dividerla in piccoli pezzi, stenderli e cuocerli in una padella unta leggermente d’olio o burro. Gustare con un pò d’olio e sale a crudo sulla superficie.

– Prova altre merende per bambini.

bambini

plumcake alle ciliegie candite

Fate raffreddare il dolce, tagliatelo a fette e avvolgete ogni fetta nella pellicola trasparente. Preparato in questo modo, già in singole porzioni, potete portare il plumcake in spiaggia come merenda o come dolce da pranzo al sacco.

250 g di farina
10 ciliegie candite
2 cucchiai di scorze d’arancia candite e tritate
120 g di zucchero
120 g di burro
2 uova
1 bustina di lievito
1 stampo da plumcake

Preriscaldare il forno a 200.
Utilizzare un robot da cucina e mescolare insieme il burro con lo zucchero per 1 minuto; aggiungere le uova una per volta.
In una terrina a parte mescolare la farina setacciata con il lievito e aggiungerli al composto di uova, burro e zucchero. Azionare il robot per 1 minuto.

Versare il composto di nuovo nella terrina, aggiungere i canditi e mescolare con un cucchiaio di legno amalgamandoli bene al composto.
Versare l’impasto in uno stampo imburrato e infarinato.
Non mettete i canditi nel robot perchè altrimenti si romperanno tutti e non avrete più le ciliegie intere quando taglierete il dolce.

Infornare il plumcake a 200°C per 10 minuti poi abbassare la temperatura a 170°C e cuocere per altri 35 minuti.

 

 

bambini

limonata di fragole

ingredienti per 4 persone:

20 fragole
10 cucchiai di zucchero
il succo di 4 limoni
ghiaccio tritato
acqua gassata

Lavare le fragole,
eliminare la parte verde e passarle al passaverdura.

Raccogliere la purea in una terrina.
Unire lo zucchero, il succo dei limoni e mescolare bene.

Riempire quattro bicchieri con il mix di fragole.

Aggiungere in ogni bicchiere dei cubetti di ghiaccio, riempire con acqua gassata e mescolare.