Magazine

Serena Bivona: chef e guida nella terapia alimentare naturale

13 Marzo 2018

d0000001094lcuciniamoldarticoloSerena Bivona è l’anima di Cucini-Amo; scuola di cucina naturale e vegan. Serena promuove uno stile alimentare basato soprattutto su ingredienti di origine vegetale, biologici, con un’attenzione alla stagionalità e alla biodiversità.

“Cucinare vuol dire voler bene a se stessi e agli altri.”
Uno stile alimentare basato su ingredienti di origine vegetale, biologici, un’attenzione alla stagionalità e alla biodiversità, privilegiare il legame con il territorio e l’equilibrio tra l’individuo e l’ambiente… è questo l’obiettivo della cucina di Serena Bivona.

“L’amore è come la buona cucina, le cose speciali nascono sempre da ingredienti semplici, ma sono rese magiche dalla fantasia”.
Serena Bivona, 34 anni, ti accoglie così nella home del suo sito cucini-amo.it e incontrata personalmente, racconta che fin da bambina sgattaiolava in mezzo ai fornelli per sperimentare le sue ricette con la stessa fantasia e passione con cui oggi ci aiuta a comprendere e ritrovare il piacere per una buona cucina.

Diplomata presso la scuola di cucina naturale La Sana Gola in un percorso nato da una forte motivazione personale, Serena si ispira ai sapori della tradizione rivitalizzati da una ricerca che mira al recupero ed al mantenimento del benessere attraverso un’alimentazione naturale ed equilibrata.

Promuovere uno stile alimentare basato soprattutto su ingredienti di origine vegetale, biologici, con un’attenzione alla stagionalità e alla biodiversità, privilegiando sempre nella scelta dei prodotti, il legame con il territorio e l’equilibrio tra l’individuo e l’ambiente è tra gli obiettivi della cucina di Serena. Una cucina sostenibile che lavora con alimenti semplici che lei (creativa di professione) ama cucinare con fantasia ed originalità rendendo i piatti gustosi e belli da vedere. Un approccio ispirato dai gusti “di una volta”, calato nella contemporaneità e proiettato verso una cucina del futuro, così possiamo trovare anche cibi che tradizionalmente non ci appartengono ma sempre con lo stesso proposito: mangiare qualcosa che oltre ad essere buono faccia bene.

Guardare al passato per migliorare il futuro, recuperare il retaggio della tradizione e l’equilibrio nell’abbinamento degli alimenti (ognuno di noi ne ha traccia dentro di se), puntare l’attenzione al rapporto tra cibo e salute. E’ questo che ci insegna Serena nelle sue lezioni, oltre a fare la spesa, ad organizzare la dispensa, a scegliere gli ingredienti, ad abbinare gli alimenti, a cucinare in maniera sana e naturale, a preparare dei menu per persone con intolleranze alimentari o con problematiche di salute senza rinunciare al gusto.

Cucinare vuol dire voler bene a se stessi e agli altri, ci dice questo il nome del suo progetto Cucini-Amo, attraverso il quale Serena propone con freschezza e semplicità le sue idee, le sue attività ed i suoi corsi, ricordandoci la celebre frase del filosofo Ludwig Feuerbach “Noi siamo quello che mangiamo”.

di Laura Cara (aprile 2012)

d0000001093linfocuciniamo_ricetta

 

Prova la ricetta di Serena: Risotto bicolore con topinambur, broccoletti e mantecatura alle mandorle


Iscriviti alla newsletter gratuita di 3ricettesulcomò. Ti arriverà comodamente nella tua casella di posta elettronica e… non ti perderai niente.
*Iscriversi non comporta indicazioni specifiche se non una mail. I dati personali verranno utilizzati solamente per le finalità legate al sito www2.3ricettesulcomo.it nel pieno rispetto delle disposizioni legislative in materia di privacy.

Commenti

You Might Also Like