Browsing Tag

vegetariano

bambini dolci Natale

Salame al cioccolato

Il salame al cioccolato un dolce tipico italiano e molto amato dai grandi e dai piccoli. Si potrebbe dire un dolce senza età.

Ricette dedicate in giro ce ne sono moltissime. Questa che vi propongo è la ricetta di nonna Angela, la nonna delle mie figlie e mamma di mio marito. Vi garantisco che è esattamente come lo faceva lei perché la ricetta l’ho trascritta personalmente un giorno di tanto tempo fa quando preparavamo insieme la merenda per le mie allora bambine. Che bel ricordo!

Continue Reading
pesce, uova verdure e insalate

millefoglie di pomodoro e tonno

ingredienti per 4 persone

3 pomodori ramati
250 g di tonno sott’olio
insalata fresca di stagione
2 cucchiai di maionese
olio extravergine d’oliva
aceto balsamico
sale

Lavare l’insalata e condirla con sale, olio d’oliva, aceto balsamico.

Lavare i pomodori e tagliarli a fette.
Mettere il tonno scolato in una terrina, aggiungere la maionese e, con una forchetta, amalgamare i due ingredienti.

Preparare la millefoglie.
Adagiare una fetta di pomodoro su un piatto aggiungere un pò di tonno poi un’altra fetta di pomodoro, tonno e chiudere con il pomodoro e sopra l’insalata condita.
Preparare nello stesso modo le altre millefoglie di pomodoro.

autunno / inverno dolci Natale

Gelatina di mandarino

La frutta 🍊 si può servire in vari modi, la gelatina è sicuramente un’idea molto divertente nei pranzi importanti.

Che colore l’arancione e che bella questa gelatina.
In questa ricetta lo zucchero è al minimo per favorire il sapore naturale dei mandarini ma se pensate di servirla ai più piccoli o come dessert dovrete sicuramente aumentare la dose di zucchero. Continue Reading

primi piatti

Lasagne con carciofi e formaggio

lasagne-con-carciofiLA RICETTA per 6 persone
12 fogli di lasagna
6/8 carciofi
250 g di formaggio emmentaler
olio extravergine d’oliva
1 limone
4 cucchiai di formaggio grattugiato
per la besciamella:
1 litro di latte
100 g di burro
80 g di farina
sale e pepe
1 pirofila di circa 20 x 30 cm

Preriscaldare il forno a 210°C.

d0000000832llasagne_con_carciofi_emmentaler_ldPulire i carciofi togliendo le foglie esterne più dure e la barba centrale, immergerli in acqua e limone e tagliarli a fettine. In una padella antiaderente mettere un po’ d’olio extravergine d’oliva, i carciofi, salare a piacere e versare tanta acqua quanto basta a coprirli. Cuocere a fuoco moderato fino a quando i carciofi si saranno ammorbiditi.

Portare a bollore abbondante acqua salata e immergere i fogli di lasagna per un solo minuto ma pochi per volta. Scolarli e stenderli via via ad asciugare su un canovaccio pulito.
Preparare la besciamella. Per prima cosa sciogliere il burro in un pentolino sul fuoco, poi aggiungere la farina e mescolare rapidamente con una frusta; cuocere per un minuto. Quando la farina comincia a sfrigolare, togliere dal fuoco e unire molto lentamente il latte freddo mescolando sempre. Attenzione ai grumi, non smettere mai di mescolare. Rimettere sul fuoco, salare, pepare a piacere e cuocere per 10 minuti.
Tritare in un robot il formaggio emmentaler.
Una volta pronti tutti gli ingredienti preparare le lasagne in questo modo:
mettere nella pirofila un primo strato di besciamella, tanti fogli di lasagna quanto basta per ricoprire il fondo, ancora besciamella (circa 1 mestolo), una manciata di emmentaler e una di carciofi. Continuare in questo modo per gli altri strati. Terminare con i carciofi, spolverizzare di abbondante formaggio grattugiato, qualche fiocchetto di burro e infornare per 20 minuti.


in-cucina-newsletter

Magazine

Serena Bivona: chef e guida nella terapia alimentare naturale

d0000001094lcuciniamoldarticoloSerena Bivona è l’anima di Cucini-Amo; scuola di cucina naturale e vegan. Serena promuove uno stile alimentare basato soprattutto su ingredienti di origine vegetale, biologici, con un’attenzione alla stagionalità e alla biodiversità.

“Cucinare vuol dire voler bene a se stessi e agli altri.”
Uno stile alimentare basato su ingredienti di origine vegetale, biologici, un’attenzione alla stagionalità e alla biodiversità, privilegiare il legame con il territorio e l’equilibrio tra l’individuo e l’ambiente… è questo l’obiettivo della cucina di Serena Bivona.

“L’amore è come la buona cucina, le cose speciali nascono sempre da ingredienti semplici, ma sono rese magiche dalla fantasia”.
Serena Bivona, 34 anni, ti accoglie così nella home del suo sito cucini-amo.it e incontrata personalmente, racconta che fin da bambina sgattaiolava in mezzo ai fornelli per sperimentare le sue ricette con la stessa fantasia e passione con cui oggi ci aiuta a comprendere e ritrovare il piacere per una buona cucina.

Diplomata presso la scuola di cucina naturale La Sana Gola in un percorso nato da una forte motivazione personale, Serena si ispira ai sapori della tradizione rivitalizzati da una ricerca che mira al recupero ed al mantenimento del benessere attraverso un’alimentazione naturale ed equilibrata.

Promuovere uno stile alimentare basato soprattutto su ingredienti di origine vegetale, biologici, con un’attenzione alla stagionalità e alla biodiversità, privilegiando sempre nella scelta dei prodotti, il legame con il territorio e l’equilibrio tra l’individuo e l’ambiente è tra gli obiettivi della cucina di Serena. Una cucina sostenibile che lavora con alimenti semplici che lei (creativa di professione) ama cucinare con fantasia ed originalità rendendo i piatti gustosi e belli da vedere. Un approccio ispirato dai gusti “di una volta”, calato nella contemporaneità e proiettato verso una cucina del futuro, così possiamo trovare anche cibi che tradizionalmente non ci appartengono ma sempre con lo stesso proposito: mangiare qualcosa che oltre ad essere buono faccia bene.

Guardare al passato per migliorare il futuro, recuperare il retaggio della tradizione e l’equilibrio nell’abbinamento degli alimenti (ognuno di noi ne ha traccia dentro di se), puntare l’attenzione al rapporto tra cibo e salute. E’ questo che ci insegna Serena nelle sue lezioni, oltre a fare la spesa, ad organizzare la dispensa, a scegliere gli ingredienti, ad abbinare gli alimenti, a cucinare in maniera sana e naturale, a preparare dei menu per persone con intolleranze alimentari o con problematiche di salute senza rinunciare al gusto.

Cucinare vuol dire voler bene a se stessi e agli altri, ci dice questo il nome del suo progetto Cucini-Amo, attraverso il quale Serena propone con freschezza e semplicità le sue idee, le sue attività ed i suoi corsi, ricordandoci la celebre frase del filosofo Ludwig Feuerbach “Noi siamo quello che mangiamo”.

di Laura Cara (aprile 2012)

d0000001093linfocuciniamo_ricetta

 

Prova la ricetta di Serena: Risotto bicolore con topinambur, broccoletti e mantecatura alle mandorle


Iscriviti alla newsletter gratuita di 3ricettesulcomò. Ti arriverà comodamente nella tua casella di posta elettronica e… non ti perderai niente.
*Iscriversi non comporta indicazioni specifiche se non una mail. I dati personali verranno utilizzati solamente per le finalità legate al sito www2.3ricettesulcomo.it nel pieno rispetto delle disposizioni legislative in materia di privacy.

zuppe

zuppa di fagioli con cavolo nero

ingredienti per 4 persone

380 g di fagioli freschi
750 ml di acqua
4 foglie di cavolo nero
1 patata
3 cucchiai d’olio d’oliva
1 cucchiaio di burro
sale

Lavare i fagioli.
Lavare le foglie di cavolo nero e tagliarle a pezzettini.
Pelare la patata e tagliarla a cubettini.

Sciogliere il burro e l’olio in una pentola, aggiungere i fagioli, il cavolo nero, la patata e rosolare a fuoco medio per qualche minuto.
Versare l’acqua, salare, portare a leggero bollore e cuocere, a fuoco basso, per 40-45 minuti.
Schiacciare i pezzettini di patata rimasti interi con una forchetta.

Servire la zuppa con un filo d’olio extravergine d’oliva.

verdure e insalate

Insalata di stagione a base di finocchi e arance

Per aumentare la golosità aggiungete all’insalata delle olive nere o dei gherigli di noci.

insalata_finocchi_aranciald
ingredienti per 4 persone:

1 finocchio grande
3 arance
olio extravergine d’oliva
sale e pepe
1 mandolina o affettaverdure

Lavare il finocchio, privarlo del primo strato esterno più duro, tagliare i gambi ma conservare i ciuffetti. Affettarlo finemente con la mandolina.

Pelare l’arancia usando un coltello per eliminare la parte bianca, con lo stesso coltello incidere degli spicchi senza pellicina.
Mettere gli spicchi d’arancia in un’insalatiera, aggiungere il finocchio tagliato.

Preparare un’emulsione sbattendo in una ciotola: il succo delle arance, l’olio extravergine d’oliva, sale e pepe.
Condire l’insalata con l’emulsione e decorare con i ciuffetti di finocchio.


Se ti piace quel che leggi

Iscriviti alla newsletter gratuita!

Non ingrassa ma mette di buonumore e sazia. 


 

piatti estivi verdure e insalate

Cous cous freddo | come affrontare l’estate

Il cous cous freddo è tra i piatti dell’estate. In questa versione si utilizza il sugo di pomodoro  per aromatizzare il cous cous e colorarlo. E’ preferibile utilizzare del sugo fatto in casa perché molto più saporito e gustoso di una semplice passata di pomodoro. Tra le verdure usate nella ricetta c’è la zucchina e la melanzana entrambe grigliate e tagliate a dadini molto piccoli. Possiamo considerare questa ricetta del cous cous freddo in tre modi:

  • piatto freddo leggero per pranzi veloci
  • piatto da arricchire con della feta, foglie di menta e ceci per una versione più sostanziosa
  • come piatto di accompagnamento per grigliate di carne o pesce
Il consiglio per i più pigri: comperate nei supermercati le zucchine e le melanzane già grigliate.

LA RICETTA

300 gr di cous cous precotto
burro per sgranare il cous cous
2/3 pomodori perini
3 cucchiai di sugo al pomodoro
fette di zucchina grigliate
fette di melanzana grigliate
olio d’oliva extravergine
sale e pepe
Cuocere il cous cous seguendo le istruzioni riportate sulla scatola, scolare e versare in una terrina contenente un pezzo di burro fresco. Mescolare con una forchetta e sgranare bene il cous cous. insaporirlo con il sugo di pomodoro.
Tagliare le zucchine e le melanzane e pezzettini piccoli poi unirli al cous cous.
Affettare i pomodori perini e condirli con un po’ di sale, pepe e olio extravergine d’oliva.
In una bella terrina trasparente mettere le fette dei pomodori perini lungo il bordo e al centro il cous cous.
Conservare in frigorifero e servire freddo.


LA NOSTRA NEWSLETTER GRATUITA
SAZIA MA NON INGRASSA
ISCRIVITI!


 

verdure e insalate

la panzanella

ingredienti

q.b. di pane raffermo del giorno prima
3 o 4 pomodori grandi e maturi
1 mozzarella
1/4 di cipolla rossa
basilico fresco
olio extravergine d’oliva
aceto balsamico o aceto di vino
sale e pepe macinato fresco

In una grande terrina mettere il pane raffermo spezzettato, la mozzarella a dadini, il pomodoro lavato e tagliato in almeno 4 parti e la cipolla rossa affettata finemente.

In una tazzina mescolare un po’ di sale a piacere con l’aceto balsamico o di vino rosso. Unire l’olio extravergine d’oliva e mescolare per qualche momento con una forchetta fino ad ottenere un’emulsione.

Condire la panzanella con l’emulsione.

Grattugiare al momento del pepe fresco.

Servire.

Decorare con foglie di basilico fresco.

 

verdure e insalate

insalata con avocado e lamponi

ingredienti per 4 persone

insalata mista di stagione
2 avocado maturi
100 g di lamponi freschi
q.b. di olio extravergine d’oliva
q.b. di aceto balsamico o aceto al lampone
sale

Lavare e asciugare bene l’insalata.

In una terrina preparare il condimento emulsionando a piacere: olio d’oliva, aceto e sale.

Pelare l’avocado, buttare il nocciolo, tagliare la polpa a dadini e tuffarla immediatamente nel condimento (in questo modo non annerirà).

Lavare velocemente i lamponi in acqua fredda, adagiarli su della carta assorbente in modo che asciughino.

Preparare l’insalata assemblando tutti e tre gli ingredienti molto delicatamente. Servirla subito.

 

antipasti

fichi con caprino e miele

ingredienti per 4 persone

8 fichi maturi
400 g di caprino di capra
miele d’acacia
1 tasca da pasticceria

Lavare e asciugare i fichi.
Mettere il formaggio di capra in una terrina, lavorarlo con un cucchiaio per un minuto.

Tagliare un fico a fettine sottili.
Disporre una fettina di fico su un piatto.

Mettere il caprino nella tasca da pasticceria e spremerne un pochino sulla fettina di fico. Aggiungere un’altra fetta di fico e continuare ad alternare formaggio e fichi fino a ricomporre il frutto.
Preparare nello stesso modo gli altri fichi.

Al momento di servire unire il miele a piacere.

 

piatti estivi verdure e insalate

insalata di grano ai profumi mediterranei

ingredienti per 6 persone

350 g di grano
200 g di pomodori datterini o ciliegina
1 scamorza fresca, non affumicata, grande o 5/6 scamorzine piccole
4 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
2 spicchi d’aglio
1 rametto di erbe aromatiche fresche (rosmarino, timo e salvia)
qualche scorza di limone
basilico fresco

Mettere a bollire abbondante acqua salata in una casseruola e far cuocere il grano come se fosse una pasta, seguendo i tempi di cottura riportati sulla confezione.
Scaldare l’olio extravergine d’oliva in un pentolino e, quando sarà caldo, toglierlo dal fuoco; aggiungervi le erbe aromatiche, la scorza di limone e i 2 spicchi d’aglio schiacciati. Lasciare in infusione affinchè questi rilascino nell’olio tutti i loro profumi (fate raffreddare completamente).
Lavare e tagliare a pezzettini i pomodori, salarli a piacere. Tagliare a pezzettini la scamorza e le olive.
Quando il grano è cotto, scolarlo e raffreddarlo allargandolo in un grande vassoio, NON passarlo sotto acqua corrente fredda altrimenti perderà la sua sapidità.
Una volta raffreddato raccogliere il grano in una zuppiera e unire: i pomodorini, la scamorza, le olive, del basilico fresco tritato grossolanamente, mescolare e aggiustare di sale.
Condire l’insalata con l’olio profumato versandolo direttamente sul grano attraverso un colino in modo da trattenere tutte le erbe.

ricetta di Raffaella Passigli

➺ prova l’insalata di farro perlato con zucchine e pollo

piatti estivi Video

Quenelle di ricotta | perché anche l’occhio è importante

Questa estate la preparazione d’ordine è : QUENELLE DI RICOTTA E CAPRINO. L’aggiunta del caprino di latte di capra mixato con la ricotta classica rende la quenelle più grintosa e quindi più appetitosa.

Ma perchè? Per svariati motivi qui elencati:

  • l’aggiunta di un po’ di caprino di latte di capra rende la quenelle di ricotta più gustosa
  • è una preparazione fresca che non deve essere cotta, quindi ideale per accompagnare un’insalata mista di stagione, un piatto di bresaola, dei pomodori
  • facilissima da preparare, imparata la tecnica il piatto sembrerà appena uscito da una cucina stellata
  • aggiungete duo o tre quenelle in una crema fredda di verdure e la banalità sarà solo un ricordo

 

 

verdure e insalate

insalata greca

In Grecia si chiama CHORIATIKI SALATA, ovvero insalata rustica perchè comprende tutti gli ingredienti base della cucina greca.
ingredienti
pomodori
cetriolo
cipolla
peperone
capperi
olive nere
feta
origano
olio extravergine d’oliva
sale e pepe

Tagliare i pomodori e il cetriolo in fette e la cipolla con il peperone in cerchi.Mettere nell’insalatiera, cospargere di sale, origano e pepe.
Aggiungere le olive ed il formaggio feta a pezzi o sbriciolato con le dita e condiere con olio extravergine d’oliva e a piacere con aceto.