Magazine

Il fondatore di Twitter si confessa: “Internet non funziona più”

“The Internet is Broken… Internet non funziona più E questa notizia con un sito di cucina cosa c’entra? C’entra, c’entra eccome…

“The Internet is Broken… Internet non funziona più. Evan Williams, il fondatore di Twitter in un’intervista al New York Times si confessa. “La diffusione di fake news, i troll… Un tempo pensavo che se avessimo dato a tutti la possibilità di esprimersi liberamente e scambiarsi idee e informazioni, il mondo sarebbe diventato automaticamente un posto migliore. Mi sbagliavo». Evan Williams per fortuna ha trovato una possibile soluzione: «Credo che riusciremo a sistemare questa situazione ma il lavoro è appena cominciato. Vent’anni non sono un periodo troppo lungo per modificare i meccanismi di funzionamento della società. Per quello che riguarda i contenuti se le persone vorranno qualità e non quantità, dovranno pagare.” Leggi l’intervista integrale sul New York Times .

Ma a noi che parliamo di cucina in fondo questa notizia… checcifrega

E invece ci frega! Perché la cucina, le ricette, gli ingredienti, la ricerca costante sono condizioni primarie per siti come 3ricettesulcomò. Perché quando pubblichiamo la prima cosa a cui pensiamo è che qualcuno sta per mettersi ai fornelli, magari è stanco, appena tornato dal lavoro o dopo una giornata di studio e non ha poi così tanta voglia di rischiare la cena. Avete presente quel momento in cui ci si rilassa e si chiacchiera o si ha voglia di sentire buona musica godendo di più piaceri alla volta: gusto, palato, udito, vista… Perché la qualità ha un valore.

Diari alimentari per compiacere se stessi o voglia di condividere con gli altri

Quindi ritornando alla soluzione a cui sta lavorando Evan Williams la domanda sorge spontanea: “Perché dovrei pagare per vedere i post dei vari diari alimentari che scorrono più o meno quotidianamente su Instagram (ultimamente meno su Facebook) dove mi aggiornano del loro ultimo pasto, dell’ultimo locale visitato, del caffè appena bevuto? Già perché dovrei o dovremmo. La qualità, la ricerca, i nuovi stimoli, la fatica fatta al posto mio, dove sono? Se trovassimo quell’articolo con quel contenuto che stavamo proprio cercando ma non ne avevamo il tempo, oppure quella ricetta vera con ancora un sapore e non solo un aspetto fotografico o quel consiglio collaudato. Non pagheremmo per questo? Forse sì.

Stiamo seguendo la stessa direzione di Evan Williams

Evan Williams sta investendo in questa direzione: pagare la qualità. E nel nostro piccolo anche noi di 3ricettesulcomò abbiamo iniziato da poco a metterlo in pratica. La nuova sezione SBLOCCA IL LINK segue questo principio. Io ti preparo un articolo che ha un valore e se tu hai voglia l’acquisti. SBLOCCA IL LINK è nata così, con la voglia di dare quel di più che nel web non abbiamo trovato perché quel di più costa fatica e non un semplice click. Il primo contenuto che ti offriamo è un tutorial sulla preparazione della ghiaccia che serve per decorare i biscotti. Abbiamo chiamato una pasticcera professionista, un regista, costruito un set e filmato tutti i passaggi e tutti i trucchi. La lezione direttamente a casa tua quando vuoi e come vuoi. Bello vero?  Se sei curioso ma non vuoi impegni nella nostra newsletter gratuita troverai sempre le novità caricate nella sezione SBLOCCA IL LINK.

Ho letto da qualche parte questo pensiero che fa sicuramente riflettere

I giornali pagati dagli utenti sono a uso e consumo di questi. Quelli pagati dalla pubblicità sono a uso e consumo di quella. Vale a dire che la qualità del prodotto conta meno della quantità dei lettori che questo genera.

Quando un lettore paga ciò che legge acquisisce il diritto di pretendere informazione puntale e qualificata.

A presto,

Valeria Carimati


LA NOSTRA NEWSLETTER GRATUITA

SAZIA MA NON INGRASSA

ISCRIVITI!


 

Commenti

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply