Browsing Tag

bambini

carne pollo spiedini & polpette

satay di pollo

ingredienti per 4 persone:

500 g di petto di pollo
2 cucchiai di timo
1 cucchiaio di maggiorana
6 cucchiai d’olio d’oliva
12 spiedini di legno
sale e pepe

Tagliare il pollo a strisce di un centimetro di larghezza.

In una terrina mettere le strisce di carne, l’olio d’oliva, il timo, la maggiorana, salare e pepare.
Amalgamare bene tutti gli ingredienti, coprirli con della pellicola e lasciarli marinare in frigorifero per un’ora.
Nel frattempo mettere gli spiedini di legno a bagno per dieci minuti.
Preparare i satay infilzando le strisce di pollo negli spiedini e piegandole prima da una parte poi dall’altra in modo da ottenere una forma a serpente.

Scaldare una padella per griglia antiaderente e cuocere gli spiedini tre minuti per parte.
Ottimi accompagnati con una salsa di burro di noccioline.


LA NOSTRA NEWSLETTER GRATUITA

SAZIA MA NON INGRASSA

ISCRIVITI!


 

Magazine

Terremoto di solidarietà a Pasqua per Accumoli

È un vero terremoto di solidarietà quello che si sta scatenando per Pasqua. Due collettività unite da uno straordinario gemellaggio “del cuore”. Una gara di solidarietà spontanea, fatta in sordina e senza clamori, al solo scopo di voler dare una mano e portare un po’ di gioia a chi è in difficoltà. Un pluri-premiato maestro dell’arte del cioccolato, al quale viene in mente un’idea senza precedenti per far felici dei bambini il giorno di Pasqua. E infine un’associazione onlus che raccoglie la sfida, e scende in campo con tutti i suoi contatti per organizzare “materialmente” e logisticamente i dettagli di un’iniziativa altrimenti quasi impossibile! Ovvero: trasportare per ben 610 chilometri, attraverso la Penisola, un gigantesco uovo di cioccolato artigianale alto più di due metri e pesante quasi 2 quintali, con al suo interno tantissime sorprese destinate ai bambini del Comune di Accumoli, che hanno dovuto abbandonare le proprie case e trasferirsi a San Benedetto del Tronto a seguito del terribile terremoto che ha colpito l’Italia Centrale lo scorso agosto. Questo è un terremoto di solidarietà che non ha precedenti.

Sono questi gli ingredienti della storia che vi vogliamo raccontare. Una storia che ha il sapore di altri tempi e che mostra il volto di un’Italia operosa e buona, che ancora esiste e di cui possiamo e dobbiamo andare fieri! Una storia che vede come protagonisti principali da un lato il Comune di Castellazzo Bormida, in provincia di Alessandria, con il suo sindaco e l’intera collettività locale e dall’altro il Comune di Accumoli, paesino di 745 anime in provincia di Rieti, gravemente colpito dal terremoto di agosto.  Al loro fianco, nel ruolo di attori comprimari alcuni imprenditori e associazioni di Castellazzo Bormida: a cominciare da Giacomo Boidi, titolare della Giraudi Cioccolato Artigianale che ha avuto l’idea e poi ha prodotto e donato l’uovo di cioccolato fondente di circa 180 chili; per continuare con l’associazione onlus “Un chicco per l’Africa”, che sta organizzando alacremente tutto quanto è necessario per fare arrivare “sano e salvo” questo gigantesco uovo di cioccolato ai bambini di Accumoli, proprio il giorno di Pasqua.  È uno stupendo terremoto di solidarietà. Per arrivare all’artista Mario Fallini, che ha reso ancora più bello l’uovo decorandolo esternamente con due splendide figure di Pinocchio alte circa un metro; fino alle numerose aziende che hanno contribuito alla raccolta delle tante sorprese nascoste nell’uovo. Per non parlare, infine, dei numerosi cittadini di Castellazzo Bormida che hanno voluto contribuire con donazioni personali e anonime, pur di aiutare a coprire tutte le spese e rendere possibile questa bellissima iniziativa!

Un terremoto di solidarietà, un gemellaggio, quello tra il Comune di Castellazzo Bormida e il Comune di Accumoli, che non a caso abbiamo definito “del cuore” perché di fatto non ha proprio nulla di istituzionale. Al contrario, esso è nato dalla casuale scoperta fatta dal sindaco di Castellazzo Bormida, nei giorni immediatamente successivi al sisma, di condividere con il Comune di Accumoli la medesima Santa Patrona, ovvero la Madonna Addolorata.

«Il 30 agosto scorso – racconta Gianfranco Ferraris, sindaco di Castellazzo Bormida – avevamo in programma una conferenza stampa per presentare al pubblico il Settembre Castellazzese, cioè la rassegna di tutte le manifestazioni sportive, culturali e ricreative che si svolgono nel nostro paese in occasione della festa della Santa Patrona. Ma proprio poche ore prima dell’incontro con i giornalisti, ho scoperto che in quegli stessi attimi ad Accumoli stavano portando via dalla loro chiesa, danneggiata dal sisma, la statua della Madonna Addolorata, Santa Patrona anche del loro Comune. Di conseguenza, dopo aver consultato il nostro Parroco, nel corso della conferenza stampa mi è venuto naturale esprimere alcune riflessioni “a voce alta”. Perché noi ci stavamo apprestando a trascorrere un mese di festeggiamenti e di iniziative gioiose, ma in quelle stesse ore c’erano altre comunità che sicuramente non erano dello stesso spirito. Come ad esempio quella di Accumoli, che tra l’altro condivideva con noi la devozione per la medesima Santa Patrona. Quindi ho proposto di devolvere a loro gli incassi delle attività già in programma, ma soprattutto di organizzare nuove iniziative atte alla raccolta di fondi per la Comunità di Accumoli». E così infatti è stato.

Dopo aver immediatamente instaurato un contatto diretto con Stefano Petrucci, Sindaco di Accumoli, e con la sua comunità, la catena di solidarietà spontanea partita da Castellazzo Bormida non si è più fermata e si è concretizzata in gesti importanti quali ad esempio la donazione da parte della onlus locale “Un Chicco per l’Africa” di una roulotte, servita per alloggiare un allevatore di Accumoli vicino ai suoi animali, e successivamente anche di due container ad uso ufficio, che sono serviti a creare un piccolo aggregato abitativo.

Contemporaneamente, attraverso l’organizzazione di numerose iniziative quali una cena per la raccolta fondi, un torneo di calcio giovanile, un torneo di Burraco e tante altre, l’intera collettività di Castellazzo Bormida si è resa disponibile a partecipare attivamente al solo scopo di raccogliere fondi per Accumoli. Inoltre, molti cittadini – anche dei Comuni limitrofi – sapendo che i fondi raccolti sarebbero stati consegnati direttamente nelle mani dei terremotati, hanno scelto di contribuire con donazioni individuali. Risultato: ad oggi già due volte una delegazione di cittadini di Castellazzo Bormida è scesa ad Accumoli per consegnare di persona le donazioni raccolte. Sarebbe bello poter sempre assistere a un terremoto di solidarietà come questo.

«A nome dei miei concittadini, e mio personale, voglio esprimere un grazie sincero al Sindaco ed alla comunità di Castellazzo Bormida per questa iniziativa che sicuramente farà piacere a tutti gli abitanti di Accumoli, ma soprattutto ai più piccoli – commenta Stefano Petrucci, sindaco di Accumoli -.  Questa iniziativa, infatti, è un terremoto di solidarietà, un qualcosa di straordinario e gioioso in una Pasqua che purtroppo per Accumoli è straordinaria per ragioni molto più tristi, a causa del terremoto. Inoltre, l’arrivo dell’uovo gigante per i più piccini segue altri incontri con la loro comunità, nei quali da Castellazzo Bormida sono arrivati per noi fondi, attrezzature e mezzi».

Dunque, con la consegna dell’enorme uovo di cioccolato arriviamo a terzo viaggio della solidarietà in partenza da Castellazzo Bormida.

Ma come è nata l’idea di questa grande sorpresa per i bimbi di Accumoli? Ce lo spiega proprio Giacomo Boidi, titolare della Giraudi ed ideatore del progetto: «Un giorno di fine gennaio pensando ai soggetti pasquali da dedicare ai più piccini, non ho potuto fare a meno di immaginare come sarebbe stata la Pasqua per i bambini di Accumoli, ai quali il terremoto ha fatto tremare la vita. Come potergli donare un attimo di gioia ed un sorriso? Beh con una sfida: realizzare l’uovo più grande che io avessi mai fatto! E quindi, con i miei collaboratori, ho dato inizio a questo progetto: creare un uovo alto 2,20 metri con una circonferenza di 380 centimetri ed un peso di circa 180 chili. Con all’interno tante sorprese da poter rendere felici questi bambini».

E così arriviamo al presente ed alla imminente partenza del gigantesco uovo di cioccolato da Castellazzo Bormida. Non ci sarà un terremoto di solidarietà così bello come in questa Pasqua.

Per motivi logistici, la consegna dell’uovo avverrà a San Benedetto del Tronto, dove la maggior parte degli abitanti di Accumoli si è trasferita dopo il sisma. In particolare, l’enorme uovo di cioccolato pieno di sorprese sarà donato ai bambini il giorno di Pasqua, alle ore 16,00 presso l’Hotel Relax. Il che significa che – sfida nella sfida! – quest’uovo pesante quasi 2 quintali dovrà viaggiare per ben 610 chilometri attraversando mezza Italia.

«Quando Giacomo Boidi mi ha parlato del suo progetto, ho voluto subito condividere l’iniziativa, in quanto essendo già stato ad Accumoli per portare altri aiuti con il nostro Sindaco, e la mia Associazione “Un Chicco per l’Africa”, conoscevo la triste situazione – spiega Simone Aiachini, presidente dell’onlus castellazzese che sta fornendo tutto il supporto logistico -. Ho visto in lui l’entusiasmo e la volontà di realizzare un uovo o meglio un’opera che solo un grande artista poteva riuscire a realizzare. Così mi sono subito messo in moto alla ricerca, non facile, del furgone con caratteristiche necessarie per il trasporto. Ho contattato Alberto Pelissero della ditta Pelissero, mio cliente ed amico, il quale, apprezzando in pieno l’iniziativa di Giacomo, senza nessuna esitazione mi ha messo a disposizione un suo furgone. Ora dobbiamo solo sperare che tutto vada per il meglio. Ci auguriamo di  portare un po’ di spensieratezza e felicità a tanti bambini e a questo punto non ci resta che partire!!!».


Giusy Nicosiaa cura di Giusy Nicosia
giornalista pubblicista freelance che scrive principalmente di cultura, lifestyle, attualità ed enogastronomia. È anche un’addetta stampa, conduttrice tv, fotoreporter, storyteller, web editor e social media manager. Le sue specialità sono le interviste. Ama scrivere poesie, la buona cucina, girare il mondo e leggere storie e filastrocche ai bambini.


bambini zona celiachia

biscottini di polenta | farina di mais per un rapido successo

Sono dei biscotti sfiziosissimi. Facili da fare e buoni da mangiare. Per un rapido successo è consigliabile la farina di polenta istantanea cioè quella che cuoce in 7/8 minuti ma se siete amanti della polenta nessuno vi vieterà di farla tradizionale nel paiolo.
ingredienti per 15 biscotti circa

250 g di polenta
1 litro d’acqua
130 g di zucchero
la scorza di 1/2 limone
1 cucchiaino di sale grosso

Portare l’acqua a bollore, versare la farina di polenta e cuocerla secondo il tempo indicato sulla confezione.
Durante la cottura unire lo zucchero e la scorza del limone grattugiata.
Quando la polenta dolce è pronta stenderla su un foglio di carta forno.

Con l’aiuto di una spatola, stendere la polenta fino all’altezza massima di un centimetro e poi farla raffreddare.

Nel frattempo accendere il forno a 200°C.

Scegliere degli stampini e formare dei biscotti appoggiandoli su una placca ricoperta da carta forno.

Infornare e cuocere per trenta minuti.


Se ti piace quel che leggi

Iscriviti alla newsletter gratuita!

Non ingrassa ma mette di buonumore e sazia. 


primi piatti

lasagne pomodoro e mozzarella

ingredienti per 4-6 persone

4/8 fogli di lasagne fresche
200 g di mozzarella di bufala
2 pomodori ramati
6 pomodorini ciliegia
abbondante formaggio grattugiato
olio extravergine d’oliva
basilico fresco
sale e pepe

Portare a ebollizione abbondante acqua salata e accendere il forno a 225°C.
Nel frattempo lavare i pomodorini ciliegia, tagliarli in due e tenerli da parte.
Lavare i pomodori ramati, tagliarli in quattro parti e privarli dei semi. Tagliarli nuovamente a dadini molto piccoli e metterli in una terrina.
Scolare la mozzarella, tagliarla a dadini e unirla al pomodoro.
Lavare il basilico, tagliarne la metà a striscioline e metterle nella terrina con il pomodoro e la mozzarella. Condire gli ingredienti con pepe, sale e olio extravergine d’oliva.

Sbollentare le lasagne, un foglio per volta, nell’acqua bollente per 30 secondi. Trasferirle, di volta in volta, su un canovaccio pulito.

Ungere la teglia con un pò d’olio, adagiare uno o più fogli di lasagna sufficienti a ricoprirla e versare un pò di mozzarella e pomodoro. Spolverizzare con abbondante formaggio grattugiato, un filo d’olio e ricoprire con un altro strato di lasagne sbollentate, mozzarella e pomodoro, formaggio grattugiato e olio.
Chiudere le lasagne con gli ultimi fogli di pasta, cospargere con la mozzarella e il pomodoro rimasti, un pò di formaggio grattugiato, un filo d’olio extravergine d’oliva e i pomodorini ramati.

Infornare e cuocere per dieci minuti.

 

dolci

torta gelato, lamponi e meringa

ingredienti per 6 persone

500 g di gelato alla crema
1 vaschetta di lamponi
4 meringhe
1 stampo da plumcake medio-piccolo
pellicola per alimenti

Mettere il gelato in una terrina, lavorarlo con un cucchiaio per farlo ammorbidire.

Lavare i lamponi delicatamente.

Spezzettare grossolanamente due meringhe.

Aggiungere la metà dei lamponi e le due meringhe sbriciolate al gelato. Mescolare bene gli ingredienti.

Versare il composto in uno stampo da plumcake rivestito di pellicola da cucina e metterlo in freezer.

Estrarre la torta gelato 15 minuti prima di servirla, metterla su un piatto da portata e guarnirla a piacere con i restanti lamponi freschi e le meringhe.

 

bambini

plumcake alle ciliegie candite

Fate raffreddare il dolce, tagliatelo a fette e avvolgete ogni fetta nella pellicola trasparente. Preparato in questo modo, già in singole porzioni, potete portare il plumcake in spiaggia come merenda o come dolce da pranzo al sacco.

250 g di farina
10 ciliegie candite
2 cucchiai di scorze d’arancia candite e tritate
120 g di zucchero
120 g di burro
2 uova
1 bustina di lievito
1 stampo da plumcake

Preriscaldare il forno a 200.
Utilizzare un robot da cucina e mescolare insieme il burro con lo zucchero per 1 minuto; aggiungere le uova una per volta.
In una terrina a parte mescolare la farina setacciata con il lievito e aggiungerli al composto di uova, burro e zucchero. Azionare il robot per 1 minuto.

Versare il composto di nuovo nella terrina, aggiungere i canditi e mescolare con un cucchiaio di legno amalgamandoli bene al composto.
Versare l’impasto in uno stampo imburrato e infarinato.
Non mettete i canditi nel robot perchè altrimenti si romperanno tutti e non avrete più le ciliegie intere quando taglierete il dolce.

Infornare il plumcake a 200°C per 10 minuti poi abbassare la temperatura a 170°C e cuocere per altri 35 minuti.

 

 

bambini

limonata di fragole

ingredienti per 4 persone:

20 fragole
10 cucchiai di zucchero
il succo di 4 limoni
ghiaccio tritato
acqua gassata

Lavare le fragole,
eliminare la parte verde e passarle al passaverdura.

Raccogliere la purea in una terrina.
Unire lo zucchero, il succo dei limoni e mescolare bene.

Riempire quattro bicchieri con il mix di fragole.

Aggiungere in ogni bicchiere dei cubetti di ghiaccio, riempire con acqua gassata e mescolare.

sughi e salse

in pinzimonio con…

Con pinzimonio si indica propriamente una salsa a crudo fatta con olio d’oliva, sale e pepe, in cui si possono intingere ortaggi crudi quali sedano, carote, carciofi e simili.

E se volessimo variare le salse?
Quattro soluzioni sprint per soddisfare tutti i tipi di palati.

E poi… verdura cruda di stagione a volontà!

CREMA DI BURRATA
mitica

CREMA DI CECI
mediterranea

YOGURT AL PEPERONCINO
provocante

SALSA DI NOCCIOLINE
dolce

Se vi piacciono le nostre ricette Iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita*

*Iscriversi non comporta indicazioni specifiche se non una mail. I dati personali verranno utilizzati solamente per le finalità legate al sito www2.3ricettesulcomo.it nel pieno rispetto delle disposizioni legislative in materia di privacy. Leggi le note sulla privacy.

dolci

mousse di fragole

ingredienti per 6/8 persone

350 g di fragole
1 dl di panna fresca
il succo di 1/2 limone
100 g di zucchero

Preparare uno sciroppo con 3 cucchiai d’acqua e lo zucchero facendoli cuocere per 5 minuti in un pentolino.

Lavare le fragole sotto acqua fredda tenendone da parte 100 g.
Frullare le fragole, aggiungervi il succo di limone e frullarle ancora per qualche minuto fino ad ottenere un composto omogeneo; versarlo in una terrina e incorporarvi lo sciroppo di zucchero completamente raffreddato.
Montare la panna a neve ben ferma e incorporarla alle fragole.
Versare la mousse in 6/8 bicchierini o coppette e mettere in frigorifero per almeno 10 minuti.

Tagliare a spicchi le fragole tenute da parte.

Togliere le mousse dal frigorifero e adagiare gli spicchi di fragole sopra le mousse, servire.

 

dolci

muffin alla carota e cannella

ingredienti per 10 tortine

4 uova intere
2 grosse carote grattate finemente
1 1/2 bicchiere di farina
1 bicchiere di zucchero
1 cucchiaio di cannella
3/4 di bicchiere di olio di semi
1/2 bustina di lievito per dolci

1 – In una ciotola mescolare le uova con lo zucchero, l’olio, le carote, la cannella e infine la farina con il lievito.

2 – Mettere l’impasto in una sacca da pasticceria e riempire gli appositi stampi da muffin.

3 – Cuocere in forno preriscaldato statico a 180°C. per circa 20 minuti.

4 – Decorare a piacere.

ricetta di Raffaella Passigli

– Prova anche:
muffin al cioccolato senza farina

carne pollo

Petto di pollo al forno caramellato |insalata e scaglie di grana

Accendete il forno molto caldo, 250 gradi circa.  Giunto a temperatura infornate il petto di pollo intero su una teglietta ricoperta da carta forno e cuocete per 10 minuti. Estraete il petto di pollo e pennellatelo da tutte le parti con un mix composto da senape, olio d’oliva e sale.  Cuocete altri 20 minuti.

ingredienti per 4 persone:

1 cespo di lattuga o romana
1 petto di pollo
scaglie di formaggio grana
pane secco
olio extravergine d’oliva
aceto balsamico o di vino
sale

Lavare molto bene l’insalata, asciugarla e tagliarla a listarelle.

Tagliare le fette di pane secco a dadini e saltarle in padella con un filo d’olio extravergine d’oliva e un pò di sale.
Tagliare il formaggio grana a scaglie.

Comporre 4 singoli piatti oppure un’unica insalatiera in questo modo:
l’insalata, il pollo tagliato a piacere (strisce o dadini), le scaglie di formaggio e i crostini di pane.
Condire con sale, aceto balsamico e olio extravergine d’oliva.

La variante Cesar Salad.
Creare un’emulsione e condire con: salsa Worcestershire, succo di limone, sale, olio extravergine d’oliva.

gli speciali

Domenica 8 Maggio Festa della MAMMA

Prepariamo dei cuori di frolla speciali per la Mamma!

Li prepariamo domenica tutti assieme oppure, chi vuole fare una bella sorpresa alla mamma, glieli fa trovare sulla tavola.

Immaginate un cuore per colore: rosso, blu, giallo…

E se fossero fiori?

AUGURI BELLISSIME MAMME!

 

 

 

 

 

verdure e insalate

Melanzane e fiori di zucca fritti

ingredienti per 6 persone

2 melanzane di medie dimensioni
10 fiori di zucca, se possibile con la piccola zucchina attaccata
225 g di farina
1 bottiglietta di birra da 33cl
olio per friggere
sale

Lavare bene le melanzane e i fiori di zucca e zucchina.Privare i fiori di zucca dei pistilli aprendoli delicatamente solo da un lato e spezzando i pistilli dal fiore di zucca con le dita.Attenzione a non staccare la zucchina.

Tagliare le melanzane a fettine per il lungo.

Preparare la pastella: mettere in una terrina la farina e, mescolando con una forchetta o una frusta, aggiungere lentamente la birra. Mescolare bene fino ad ottenere una pastella morbida senza grumi.
Salare a piacere.

Scaldare abbondante olio in una grande padella e preparare un vassoio con carta assorbente.Quando l’olio è caldo prendere una verdura per volta, inzupparla con le mani nella pastella e poi metterla nell’olio caldo. Girare la verdura in modo che diventi ben dorata e croccante, scolarla sulla carta assorbente.
Procedere in questo modo con tutte le fette di melanzane e con i fiori di zucca e zucchina.

Gustare il fritto subito, quando è ancora caldo.
A piacere spolverizzare qualche fetta di verdura con della paprica in polvere.

antipasti carnevale

Ricetta last minute – bombette fritte dolci e salate

Ingredienti

500 g di pasta per pizza già pronta (si trova nei supermercati o si chiede in panetteria)
q.b. d’olio per friggere
q.b. di sale
q.b. di zucchero normale o a velo
1 forbice per alimenti
carta assorbente
2 sacchetti di carta

Tagliare la pasta della pizza in 4 parti, tagliare a sua volta le 4 parti in altre 4 e così via fino ad ottenere dei piccoli pezzetti grandi come una noce o anche meno.
Lasciare riposare per almeno 30 minuti le palline di pizza su un canovaccio spolverizzato di farina in modo che non si attacchino.
Scaldare abbondante olio in una padella e friggere le palline poche per volta.
Scolarle tutte su carta assorbente da cucina.

Dividere le 2 quantità di palline fritte e metterle equamente nei due sacchetti di carta. Versare in un sacchetto abbondante zucchero e nell’altro abbondante sale fino, agitare i sacchetti in modo da fare assimilare bene alle palline lo zucchero e il sale.

Servire le bombette dolci e salate dividendole in tante trombette di carnevale o su due piatti colorati.

dolci

torta cuore

ingredienti per 6 persone

1 tortiera a forma di cuore del diametro di 16cm
carta forno
per il primo strato:
100 g di biscotti Digestive
75 g di burro
per il secondo strato:
110 g di cioccolato fondente
3 tuorli d’uovo
80 g di zucchero
30 g di latte
3 cucchiai di marmellata di lamponi
per il terzo strato:
200 ml di panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo
2 vaschette di lamponi freschi

Tritare i biscotti e il burro in un robot da cucina, per 1 minuto circa.

Ricoprire la tortiera con la carta forno (bagnare la carta per ammorbidirla e farla aderire meglio).
Stendere l’impasto di biscotto con le mani nella tortiera facendo bene attenzione a renderlo uniforme. Mettere in frigorifero.

Preparare un bagnomaria (mettere una pentola con poca acqua su una fiamma molto bassa e al suo interno una terrina). Frullare con uno sbattitore elettrico nella terrina del bagnomaria i 3 tuorli d’uovo e lo zucchero, quando si saranno gonfiati aggiungere il cioccolato spezzettato e mescolare pazientemente fino a farlo sciogliere completamente, nel frattempo aggiungere il latte delicatamente.

Estrarre la base di biscotto dal frigorifero versarvi uniformemente la crema al cioccolato e rimettere in frigorifero per almeno 2 ore.
Quando il cioccolato si sarà completamente solidificato, pennellare sulla superficie uno strato di marmellata di lamponi.

Montare la panna fresca con un frullino elettrico, aggiungere lo zucchero a velo trasferire la panna in una tasca da pasticceria. Tenere in frigorifero.
Lavare delicatamente i lamponi e farli asciugare.
Un’ora prima di servire la torta procedere in questo modo:
Togliere la torta dallo stampo, eliminando la carta forno, e metterla su un piatto.
Estrarre la panna dal frigorifero e distribuirla sul cioccolato.
Decorare con i lamponi seguendo la forma del cuore.