Browsing Tag

da preparare in anticipo

bambini Pasqua piatti estivi

Pasta fredda per bambini | colorata, sana e allegra

La pasta fredda per bambini è una ricetta che utilizza una pasta classica come le pennette ma in formato piccolo. Se riuscite a trovare queste mini pennette colorate come in questa ricetta i bambini apprezzeranno ancora di più. Gli ingredienti se osservate la foto, sono pensati per piacere ai bambini perché il piatto si presenta bello e colorato. Se vostro figlio ha una verdura in particolare che apprezza aggiungetela. E’ consigliabile utilizzare del prosciutto cotto affettato che taglierete a pezzettini al momento.

LA RICETTA della pasta fredda per bambini

250 g di pennettine piccole verdi
3 fette di prosciutto cotto a piacere di Praga
1 carota finemente affettata
3 cucchiai di pisellini surgelati
100 g di emmentaler
3 cucchiai di formaggio grattugiato
1 cucchiaio di succo di limone
q. b. di sale fino
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
75 dl di brodo vegetale

LA PASTA – Portare a ebollizione una pentola piena d’acqua con sale grosso a piacere. Quando bolle buttare la pasta piccola verde, cuocerla secondo il tempo indicato, scolarla e sciacquarla velocemente sotto acqua fredda.

LE VERDURE – Contemporaneamente portare a ebollizione una pentola di medie dimensioni contenente brodo vegetale. Quando bolle buttare i pisellini surgelati, quando riprende il bollore buttare la carota finemente affettata e cuocere per 6 minuti. Scolare le verdure e sciacquare velocemente sotto acqua fredda.

AFFETTARE – In una grande zuppiera mettere il formaggio emmentaler tagliato a striscioline piccole e il prosciutto di Praga tagliato nello stesso modo.

IL CONDIMENTO – Preparare l’emulsione per condire facendo sciogliere in una tazzina del sale fino a piacere con un cucchiaio di succo di limone, versare l’olio extravergine d’oliva e mescolare rapidamente con una forchetta.

IL PIATTO E’ PRONTO – Mettere nella zuppiera contenete prosciutto e formaggio affettati: la pasta, le verdure, condire con l’emulsione e per ultimo il formaggio grattugiato. Amalgamare molto bene e servire.


Iscriviti alla mia newsletter!

“Se amate mangiare bene con appetito, stile e semplicità, questo è il sito che fa per voi, un valido amico in cucina per chi cerca suggerimenti o vuole conoscere nuove ricette”.
Valeria Carimati, founder (giornalista e food writer)

Pasqua spiedini & polpette

crocchette di merluzzo al profumo di limone

ingredienti per 6 persone

800 g di filetti di merluzzo
2 patate lesse di medie dimensioni
q.b. di timo fresco
sale e pepe
un pò di scorza di limone
2/3 fette di pane raffermo
2 uova intere
q. b. di pan grattato
1 l d’olio per friggere

Controllare i filetti di merluzzo e pulirli delle eventuali spine con una pinzetta. Eliminare la pelle.
Tagliare grossolanamente il merluzzo e metterlo in una padella con un giro d’olio d’oliva, un paio di rametti di timo fresco, sale e pepe.
Cuocere per circa una decina di minuti poi far leggermente raffreddare.
Mettere nel tritatutto il pane ammollato nell’acqua e strizzato, le uova, le patate lesse, il pesce, la scorza del limone. Tritare a scatti e ottenere un impasto che non sia troppo fine.

Controllare che la spina del tritatutto sia staccata, che la lama sia tolta e prelevare con le mani una sufficiente dose d’impasto per formare una polpetta tonda o allungata. Passare la polpetta nel pan grattato e procedere in questo modo fino alla fine dell’impasto.

Scaldare l’olio in una padella grande e friggere le polpette fino a doratura. Sgocciolarle su carta assorbente.

Preparare dei coni con la carta per alimenti, infilarci qualche polpetta per cono e gustare con le mani!

ricetta di Raffaella Passigli

tramezzini e pizza

Harry’s Bar | un panino molto stiloso e un cocktail

Il croque monsieur alla Harry’s Bar è un panino liberamente ispirato dalla ricetta di Arrigo Cipriani (fondatore del famoso bar veneziano Harry’s Bar) e tratta dal suo libro THE HARRY’S BAR dove, al posto di mettere la classica fetta di formaggio, viene fatto un impasto a base di formaggio e condimenti cocktail. Veramente sfizioso!

Impasto di formaggio condito come un cocktail per il panino di Cipriani. Da mangiare bevendo ovviamente un Bellini!

Continue Reading
autunno / inverno carne Natale

Come fare il brodo di carne | gallina e manzo per avere per il giusto sapore

Come fare il brodo di carne e diventare un bravo cuoco casalingo.

Nella mia dieta quotidiana specialmente in autunno e inverno il brodo lo preparo almeno 3 volte al mese. Pollo, manzo, vitello, gallina, di verdure…

Si deve sempre partire da due tipi di carne come scritto in questa ricetta: un pezzo di gallina e uno di manzo. A piacere si può aggiungere un pezzo di vitello ma non è necessario per avere un buon brodo.

IMPORTANTISSIMO se desiderate mangiare la carne con cui preparerete il brodo dovrete portare a bollore l’acqua e solo dopo che lo ha raggiunto aggiungere la carne e le verdure.

Continue Reading
autunno / inverno dolci

Mousse di cachi, un dolce di stagione al cucchiaio, delicato

Portare in tavola una mousse di cachi,  un dessert preparato con la frutta di stagione è una di quelle cose che rende felice un pranzo. Perchè vuol dire che si è attenti alla stagionalità degli ingredienti, che si fa la spesa con un occhio al portafoglio ma anche alla qualità e perchè si conosce bene quello che si sta cucinando. Questa mousse è deliziosa, sana, si stagione, al cucchiaio, morbida ma croccante grazie alla decorazione. Divertitevi a decorare la mousse di cachi con piccoli frutti di stagione come: alchechengi, uva, castagne, melagrana…

Decorare a piacere con frutti di stagione come alchechengi, uva bianca e nera, castagne lessate o marron glacé per una versione più importante. Un po’ di ribes o melagrana per una versione più festosa.

La ricetta

  • 700 g di cachi
  • 3 dl di panna
  • 100 g di zucchero
  • 15 g di gelatina in fogli (colla di pesce)

Fare ammorbidire i fogli di gelatina in una ciotola con acqua fredda.
Versare in un tegamino un decilitro d’acqua con lo zucchero, portare il composto a ebollizione e farlo bollire per 4-5 minuti. Togliere dal fuoco lo sciroppo ottenuto, aggiungervi la gelatina, ben scolata e strizzata, e mescolare finchè sarà completamente sciolta. Far raffreddare.

Nel frattempo pelare i cachi e frullarli fino ad ottenere una crema omogenea.

Montare la panna.
Una volta freddo lo sciroppo unirlo al frullato di cachi e, delicatamente, unire la panna montata. Mescolare bene con cautela.
Versare la mousse in uno stampo o in una zuppiera e far raffreddare in frigorifero per 3 ore almeno.
Estrarre la mousse di cachi dal frigorifero almeno 20 minuti prima di portarla in tavola.
Decorare a piacere con frutti di stagione come alchechengi, uva bianca e nera, castagne lessate o marron glacé per una versione più importante. Un po’ di ribes o melagrana per una versione più festosa.
Potete tranquillamente decorare la mousse di cachi e poi rimetterla in frigorifero.


Ti è piaciuta questa ricetta?

Non perderti le novità sulle tue ricette preferite!

Iscriviti alla newsletter!


pesce, uova

mousse di tonno

ingredienti

1 scatola di tonno grande
1/2 barattolo di maionese
qualche filo d’erba cipollina
1 frullatore elettrico
1 sacca da pasticceria

Mettere il tonno nel frullatore.
Se usate tonno sott’olio versare anche l’olio con il tonno; se usate tonno al naturale aggiungere tanto olio d’oliva quanto basta per ammorbidirlo mentre lo frullate.

Lavare l’erba cipollina, tagliuzzarla con la forbice e unirla al tonno frullato.

Aggiungere la maionese già pronta a piacere e mescolare gli ingredienti con un cucchiaio.
Se aggiungete poca maionese resterà una mousse più grezza; se aumentate la dose otterrete una crema. La scelta è personale.

Mettere la mousse in una sacca da pasticceria e conservarla in frigorifero per max 3 giorni.

Ideale per:
– bruschette
– condimento di pasta
millefoglie di pomodoro e tonno
– con uova sode
– base per panini

autunno / inverno dolci Natale

Gelatina di mandarino

La frutta 🍊 si può servire in vari modi, la gelatina è sicuramente un’idea molto divertente nei pranzi importanti.

Che colore l’arancione e che bella questa gelatina.
In questa ricetta lo zucchero è al minimo per favorire il sapore naturale dei mandarini ma se pensate di servirla ai più piccoli o come dessert dovrete sicuramente aumentare la dose di zucchero. Continue Reading

autunno / inverno Natale primi piatti

Tortellini gratinati ai funghi

Tortellini gratinati ai funghi e la cena prende vita!

Ingredienti per una pirofila medio grande

Besciamella: 1 litro di latte, 100 g di farina, 100 g di burro

Funghi: vendono funghi già puliti e affettati surgelati, ottimi

Raviolini di carne: 500 g per 6/8 persone

Formaggio grattugiato quanto basta

Preriscaldare il forno a 210 gradi.

Preparare la besciamella sciogliendo il burro a fuoco dolce, unire la farina mescolare bene e cuocere per 2 minuti con un cucchiaio di legno, sino a che il composto diventerà biondo chiaro. Versare il latte e continuare a mescolare per 10 minuti circa, fino a quando la salsa si sarà addensata. Salare, pepare e unire una grattata di noce moscata. Preparare i funghi. In un tegame sciogliere 20 g di burro e cuocervi i funghi per 10 minuti.  Portare a bollore abbondante acqua salata e  cuocervi i ravioli per 5 minuti. Quindi scolarli e condirli con i funghi, 3 cucchiai di grana grattugiato e una parte di besciamella. Ungere col burro una teglia da forno, versarvi i tortellini e coprire con la restante besciamella. Una spolverizzata di formaggio grattugiato qualche fiocchetto di burro e infornare per 20 minuti o sino a che sulla superficie si sarà formata una crosticina dorata.


Se ti piace quel che leggi

Iscriviti alla newsletter gratuita!

Non ingrassa ma mette di buonumore e sazia. 


 

Natale pesce, uova

La ricetta del salmone marinato

Questa ricetta del salmone marinato è eccezionale, nulla da invidiare al salmone affumicato che si trova già pronto nei negozi. L’unica cosa importante da sapere è che la marinatura deve durare 3 giorni!

Non abbiamo messo volutamente il peso degli ingredienti perché a seconda del peso del salmone farete poi voi le proporzioni seguendo questo suggerimento:

Con 400 gr di trancio di salmone si utilizza circa 1 kg di sale e 1 kg di zucchero.

trancio di salmone
sale
zucchero
erba cipollina, timo, maggiorana
o erbe aromatiche a piacere

Unire la stessa quantità di zucchero e sale in una ciotola.    Aggiungere le erbe aromatiche tritate grossolanamente e mescolare tutto  molto bene.
salmone_marinato_sale_home Fare uno strato sul fondo di una pirofila con una parte del mix  e adagiarci il trancio di salmone. Ricoprire tutto con il resto del mix.
Avvolgere con la pellicola per alimenti e lasciare in frigo per 3 giorni.
Togliere il trancio dalla marinatura e sciacquarlo sotto l’acqua per eliminare i residui.
Tagliare a fettine e condire con olio extravergine d’oliva.

ricetta di Roberta Gallina


Se ti piace quel che leggi

Iscriviti alla newsletter gratuita!

Non ti preoccupare, riceverai soltanto una mail al mese


 

carne

La pizzaiola, fettine di carne al pomodoro

fettine di carne con pomodoro

Pizzaiola o meglio fettine di carne intrise di sugo al pomodoro. Adoro!

Questa è una ricetta di quelle che facevano sicuramente le nostre trisavole ma quando la gustiamo il passato e il presente si fondono come un buon sugo di pomodoro. Il trucco sapete qual è? E’ usare fettine di carne di manzo che scottate mantengono la morbidezza. Poi preparate un saporito sugo al pomodoro e quindi inzuppate le fettine per qualche minuto finché si sono ben intrise di pomodoro.

Continue Reading
Natale primi piatti

Pasta pasticciata al forno | praticamente una lasagnata

Ottima questa pasta pasticciata al forno che vorrebbe assomigliare a una lasagna nella sua più profonda essenza.

E sì perché la pasta prima di distribuirla nella pirofila viene condita con un sugo al pomodoro e un sugo al ragout. Poi sistemata a strati proprio come faremmo con le lasagne e tra uno strato e l’altro mozzarella, besciamella, formaggio grattugiato. Se il sinonimo di pasticciato fosse sempre questa pasta, perderebbe il suo significato negativo ;). Continue Reading

piatti estivi

Insalata di riso classica con quell’ingrediente così sfizioso!

insalata di riso classica

L’insalata di riso classica, quando la si può veramente definire così?

Se pensiamo di liberare il frigorifero o peggio ancora crediamo che basti un vasetto di vetro del supermercato per condirla… sicuramente non stiamo parlando di insalata di riso classica!

 Nella cucina di casa l’insalata di riso classica è una cosa seria.

Un equilibrio di gusto e sapori tra gli ingredienti che vengono usati per ottenere una ricetta di qualità. 

Continue Reading